icon bandieuropeiPer sostenere le micro e piccole imprese in questa fase economica ancora complessa e per promuovere sviluppo ed investimenti, saranno operativi luglio 2017 due nuovi Fondi di finanza agevolata in gestione Unifidi E.R. attraverso 47 milioni di euro di risorse complessive messe in campo dalla Regione.

In particolare, il FONDO STARTER è rivolto alle imprese attive iscritte al Registro Imprese da non più di cinque anni dalla data di presentazione della domanda. Quindi anche start- up oppure imprese avviate da pochi anni.
Possono farvi ricorso PMI appartenenti a tutti i settori dell’industria, artigianato, commercio, turismo e servizi alla persona aventi sede e/o unità operativa in Emilia Romagna, con esclusione soltanto di agricoltura e società finanziarie.
Per la concessione di mutui agevolati del FONDO STARTER la Regione ha stanziato 11 milioni di euro che costituiscono il 70% della provvista a tasso 0, mentre per il restante 30% la provvista è concessa ad euribor 6 mesi + 4,75% massimo da parte degli Istituti di Credito in convenzione. All’impresa beneficiaria viene applicato un onere finanziario pari alla media ponderata tra i due tassi di interesse. E’ ammessa la garanzia Unifidi E.R. sul 30% dell’intero finanziamento.

I finanziamenti a tassi agevolati coprono il 100% del progetto e riguardano principalmente le seguenti spese ammissibili:

  • Interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
  • Acquisto macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi;
  • Acquisto brevetti, licenze, marchi ed avviamento;
  • Spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
  • Consulenze tecniche e/o specialistiche;
  • Spese del personale adibito al progetto nel limite del 40% del progetto stesso

I giustificativi di spesa devono essere successivi alla data della domanda, salvo le spese tecniche per la presentazione della domanda (possono essere antecedenti di sei mesi rispetto alla domanda), mentre gli investimenti devono essere realizzati e rendicontati entro un anno dalla delibera di concessione del finanziamento.
Il finanziamento, che deve essere obbligatoriamente pre-deliberato dalla banca, viene concesso come mutuo chirografario con durate da 36 ad 96 mesi (incluso l’eventuale pre-ammortamento massimo di 12 mesi), per importi da 20.000€ a 300.000€.

I consulenti credito CNA sono a disposizione delle imprese per lo studio e la predisposizione dei progetti:
Area Ravenna Cervia - MAURIZIO SPINELLI - tel. 0544/298511 mspinelli@ra.cna.it
Area Bassa Romagna - VANIA CIMATTI - tel. 0545/913243 vcimatti@ra.cna.it
Area Faentina - MASSIMO MARETTI - tel. 0546/627832 mmaretti@ra.cna.it

icon bandieuropeiNell'ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Ravenna intende favorire la creazione ed il sostegno alle nuove imprese.

Beneficiari:
Possono presentare domanda: PMI di tutti i settori economici, attive ed iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Ravenna nel periodo fra l'01/01/2016 ed il 31/12/2016. Alla data di presentazione della domanda le imprese dovranno risultare già iscritte ed attive, con sede e/o unità locale operativa, destinataria dell'investimento, nel territorio della provincia di Ravenna.
Nel caso in cui le imprese beneficiarie si configurassero come continuazione di ditte già esistenti per l'attività svolta, il subentro/acquisto/affitto azienda deve essere effettuato da un neo imprenditore o da una società caratterizzata da un nuovo assetto della compagine sociale rispetto a quello della vecchia impresa.

Spese ammissibili:
Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) le seguenti spese, sostenute nel periodo dall' 01/01/2016 alla data d'invio della domanda (farà fede la data del documento di spesa) riconducibili agli interventi realizzati nella sede/unità locale ubicata in provincia di Ravenna:
a. onorari notarili e costi relativi alla costituzione d'impresa al netto di tasse, imposte, diritti e bolli;
b. acquisto di beni strumentali/strutture non in muratura e rimovibili/macchinari/attrezzature/arredi nuovi incluse le spese per montaggio/trasporto e manodopera necessari all'attività; le spese relative ad attrezzature devono riguardare beni durevoli e chiaramente riconducibili all'attività svolta;
c. acquisto di automezzi nuovi e di unica immatricolazione, intestati all'impresa e chiaramente indispensabili allo svolgimento dell'attività;
d. impianti generali inclusa manodopera e montaggio per un importo massimo del 50% del totale dell'investimento complessivamente ammesso; sono escluse le realizzazioni "fai da te" documentate solo con acquisti di materiale;
e. quote iniziali del contratto di franchising, nel limite del 40% del totale dell'investimento complessivamente ammesso;
f. acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti all'attività dell'impresa;
g. acquisto di hardware (escluse spese per smartphone e cellulari);
h. registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze specialistiche;
i. spese di pubblicità limitatamente ai seguenti casi: messaggi pubblicitari su radio, TV, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google AdWords (costi di pubblicazione inclusi);
j. spese per la realizzazione di materiale promozionale limitatamente ai seguenti casi: brochure, depliants, cataloghi, gadget;
k. spese per la realizzazione del sito d'impresa, esclusi i costi dei successivi interventi di restyling;
l. ricerche di mercato relative all'analisi di settore e ai potenziali segmenti di mercato;
m. consulenza e servizi specialistici nelle seguenti aree: marketing, logistica, produzione, personale, organizzazione e sistemi informativi economico-finanziaria, contrattualistica
n. acquisizione di servizi di mentoring aventi lo scopo di supportare l'imprenditore nella gestione nei primi 3 anni di attività per una durata compresa tra un minimo di 20 ed un massimo di 35 ore per ogni impresa.

Entità del contributo:
Il contributo erogabile è pari al 50% dell'ammontare complessivo delle spese ammesse (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), sino ad un massimo di € 5.000. Potranno comunque beneficiare del contributo solo i progetti d'impresa il cui costo minimo (spese ammesse) sia pari o superiore a € 5.000.

Termine per la presentazione delle domande :
Le domande di contributo andranno inviate dalle ore 09.00 del 01/04/2016 alle ore 12.00 del 30/07/2016 per le imprese che si sono iscritte al registro delle imprese della CCIAA di Ravenna ed hanno iniziato l'attività nei primi sei mesi del 2016; dalle ore 9,00 del 1/08/2016 al 31/01/2017 alle ore 12 per le imprese che si sono iscritte al registro delle imprese della CCIAA di Ravenna ed hanno iniziato l'attività nel secondo semestre del 2016.

Contatti:
Area Faenza - MARETTI MASSIMO 0546/627832 mmaretti@ra.cna.it
Area Ravenna - CIMATTI VANIA 0544 0544298736 vcimatti@ra.cna.it
Area Lugo - DELLA MONICA NICOLA 0545/913243 ndellamonica@ra.cna.it

icon bandieuropeiTipologia dell’intervento
Concessione di agevolazioni volte a sostenere la nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la concessione di un mutuo da 5.000 a 50.000 euro, a 7 anni, a tasso zero, che coprono il 100% delle spese sostenute, senza garanzie reali.

Beneficiari
E’ rivolto ai giovani tra 18 e 29 anni, iscritti al programma Garanzia Giovani e hanno concluso l’accompagnamento allo startup di impresa.
Possono essere imprese individuali, società di persone o società cooperative, costituite al massimo da 12 mesi o ancora da costituire. Oppure associazioni tra professionisti e società tra professionisti.

Iniziative ammissibili
Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, come ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi
  • servizi alla persona
  • servizi per l’ambiente
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili
  • servizi alle imprese
  • manifatturiere e artigiane
  • commercio al dettaglio e all'ingrosso
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali, immateriali e capitale circolante rientranti nelle seguenti categorie:
a) Attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti
b) Beni immateriali ad utilità pluriennale esclusi i brevetti, licenze, marchi e fee di ingresso per franchising.
c) Ristrutturazione di immobili (max 10% spese ammesse)
d) Materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti
e) Utenze e canoni di locazione immobili
f) Prestazioni di garanzia assicurative funzionali all’attività
g) Salari e stipendi

Presentazione delle domande di agevolazione
Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello a partire dal giorno 01 marzo 2016 fino ad esaurimento fondi.

Contatti
Maretti Massimo
Tel. 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

 

icon bandieuropeiConcessione di agevolazioni volte a sostenere la nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di micro e piccole imprese competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile e a sostenerne lo sviluppo attraverso migliori condizioni di accesso al credito.

Beneficiari
Possono beneficiare dell’agevolazione le imprese:
• costituite in forma societaria, incluse le società cooperative;
• la cui compagine societaria sia composta per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, ovvero da donne;
• costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
• di micro e piccola dimensione.
Possono beneficiare dell’agevolazione anche le persone fisiche che intendano costituire una nuova società, le quali, entro 45 giorni dalla ricezione della comunicazione di ammissione alle agevolazioni facciano pervenire al soggetto gestore la documentazione che attesta l’avvenuta costituzione dell’impresa.

Iniziative ammissibili
Sono agevolabili le iniziative che prevedono programmi di investimento non superiori a 1.500.000,00 euro nei seguenti ambiti:
i. produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;
ii. fornitura di servizi alle imprese e alle persone
iii. commercio di beni e servizi
iv. turismo
v. settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti:
o le attività turistico – culturali, intese come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;
o l’innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.
I programmi di investimento devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione e ultimati entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento agevolato

Presentazione delle domande di agevolazione
Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello a partire dal giorno 13 gennaio 2016 fino ad esaurimento fondi.

Per saperne di più

Maretti Massimo
Tel. 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

icon bandieuropeiSono ammissibili alla garanzia del Fondo i finanziamenti finalizzati all'acquisto di beni e servizi direttamente connessi all'attività svolta (compreso il pagamento dei canoni del leasing, il microleasing finanziario e il pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative), al pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e al sostenimento dei costi per corsi di formazione.

Chi sono i soggetti beneficiari
I soggetti beneficiari che possono ottenere la garanzia sono esclusivamente le imprese già costituite o i professionisti già titolari di partita IVA, in entrambi i casi da non più di 5 anni. Professionisti e imprese non possono avere più di 5 dipendenti, ovvero 10 nel caso di Società di persone, SRL semplificate, cooperative. Ulteriori limitazioni riguardano l'attivo patrimoniale (massimo 300.000 euro), i ricavi lordi (fino a 200.000 euro) e livello di indebitamento (non superiore a 100.000 euro).
Per essere ammissibili al Fondo i professionisti, inoltre, devono essere iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 4/2013. Professionisti e imprese devono operare nei settori ammissibili in base alle Disposizioni operative del Fondo.

Cosa sono i servizi ausiliari
I soggetti che erogano un'operazione di microcredito sono tenuti a prestare, in fase di istruttoria e durante il periodo di rimborso, almeno due dei servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati previsti dalla normativa. Tali servizi possono riguardare:

• il supporto alla definizione della strategia di sviluppo,
• la formazione sulle tecniche di amministrazione o sull'uso di tecnologie avanzate,
• la definizione di strategie di marketing,
• il supporto per la soluzione di problemi legali, fiscali e amministrativi o per l'individuazione di criticità del progetto finanziato.

Ammontare massimo, caratteristiche dei finanziamenti
I finanziamenti possono avere una durata massima di 7 anni, non possono essere assistiti da garanzie reali e non possono eccedere il limite di euro 25.000 per ciascun beneficiario. Tale limite può essere aumentato di euro 10.000 qualora il finanziamento preveda l'erogazione frazionata, subordinando i versamenti al pagamento puntuale di almeno le ultime sei rate pregresse e al raggiungimento di risultati intermedi stabiliti dal contratto. E' possibile concedere allo stesso soggetto un nuovo finanziamento per un ammontare, che sommato al debito residuo di altre operazioni di microcredito, non superi il limite di 25.000 euro o, nei casi previsti, di 35.000 euro.

Garanzia concessa senza valutazione economico-finanziaria
Le modalità di accesso per le operazioni di microcredito alla garanzia pubblica sono particolarmente vantaggiose: il Fondo interviene senza la valutazione economico-finanziaria del soggetto beneficiario finale. Ciò significa che, ai fine dell'accesso alla garanzia, non occorre presentare al Fondo alcun documento contabile né un business plan: il merito di credito dell'impresa o del professionista viene valutato dal soggetto finanziatore.

Copertura massima della garanzia senza commissioni
La copertura della garanzia per tutte le operazioni di microcredito è quella massima prevista in base alla normativa in vigore: il Fondo interviene infatti fino all'80% dell'ammontare del finanziamento concesso (Garanzia Diretta) o all'80% dell'importo garantito da Confidi o da Altro Fondo di garanzia, a condizione che le garanzie da questi rilasciate non superino l'80% del finanziamento (Controgaranzia).
La concessione della garanzia è completamente gratuita, non comportando il pagamento di alcuna commissione al Fondo

Per assistenza alle domande di Microcredito potete contattare i Consulenti credito del territorio della Cna di Ravenna.

logo CNA ravenna 2016

Contatti

BANDI DI FINANZIAMENTO
Glenda Frignani
Tel. 0544 298780
gfrignani@ecipar.ra.it

INCENTIVI DI FISCALITA'
Stefania Bartolini
Massimo Maretti
Tel. 0546 627832
mmaretti@ra.cna.it

ECIPAR DI RAVENNA

Capitale sociale € 351.014,00 i.v
R.I Ravenna,
C.F e P.IVA 02138670399
R.E.A Ravenna N. 175021

RAVENNA

Sede Centrale
viale Randi, 90
48121 Ravenna
Tel. 0544 298999
Fax 0544 239952

FAENZA

Unità didattica
via San Silvestro, 2/1
48018 Faenza
Tel. 0546 681033
Fax 0546 686257

LUGO

Ufficio
via A. Acquacalda, 37
48022 Lugo -RA
Tel. 0545 913245-50
Fax 0545 25959

ISO 9001 COL

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Cliccandoo il pulsante ACCETTO acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie usa il pulsante COOKIE POLICY