TUTTE LE NOVITA'

icon bandieuropeiOBIETTIVI:
La Camera di commercio intende promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro di ASL e l’inserimento di giovani studenti in percorsi di ASL.

CHI PUO’ FARE DOMANDA:
Possono fare domanda le Micro, Piccole e Medie imprese, regolarmente costituite ed iscritte alla Camera di Commercio di Ravenna con almeno una sede o unità locale in Provincia di Ravenna. Inoltre l’impresa dovrà essere iscritta al Registro Nazionale Alternanza scuola Lavoro.

AMIBITI AMMISSIBILI:
Sono ammissibili le attività svolte per la realizzazione di progetti di ASL di cui alla legge 107/2015 regolati da convenzioni stipulate fra l'impresa e l'Istituto scolastico (scuola secondaria di secondo grado) e Centri di formazione professionale accreditati dalla regione Emilia Romagna leFP, nel periodo dal 01.09.2017 al 15.09.2018.

SPESE AMMISSIBILI:
E’ agevolabile l’attività svolta dal tutor aziendale (sia interno che esterno) per la progettazione e organizzazione dei percorsi di ASL.

CONTRIBUTI:
Il contributo a fondo perduto sarà pari a:

  • 600 euro per ciascuna convenzione di ASL che riguardi complessivamente da 1 a 5 studenti
  • 800 euro per ciascuna convezione di ASL che coinvolga complessivamente più di 6 studenti,

Sono agevolabili fino ad un massimo di 3 convenzioni per impresa. Nel caso di inserimento in azienda di studenti
diversamente abili verrà riconosciuto un ulteriore importo una tantum di 200 euro per convenzione.

PRESENTAZIONE DOMANDE:
Le domande andranno presentate, ad ultimazione del percorso ASL, dalle ore 09.00 del 27/12/2017 alle ore 12.00 del 15/10/2018.

CONTATTI:
MASSIMO MARETTI
0546627832
mmaretti@ra.cna.it

 


icon bandieuropeiOBIETTIVI:
Il bando approvato con delibera di Giunta Camerale n. 129 del 12/12/2017 si rivolge alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) con l'obiettivo di promuovere l'utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano nazionale Impresa 4.O

CHI PUO’ FARE DOMANDA:
MPMI che hanno la sede legale e/o un’unità operativa nella provincia di Ravenna.
1. Per la Misura A , i voucher sono unitari e concessi direttamente alla singola impresa, la quale deve tuttavia partecipare ad un progetto aggregato composto da non meno di 4 imprese.
2. Per la Misura B il destinatario del voucher è la singola impresa che ha presentato domanda di agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI:
Tutte le spese possono essere sostenute a partire dalla data del 1° luglio 2017 e fino al 180° giorno successivo alla data di approvazione della Determinazione di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo. Non sono ammissibili progetti che prevedano una spesa per impresa inferiore a € 2.000,00
Per la Misura A sono ammissibili esclusivamente spese per servizi di consulenza. Il servizio può prevedere anche un’attività di formazione specialistica complementare alla consulenza, erogata direttamente dal fornitore principale dei servizi nel limite massimo del 30% del totale della spesa.
Per la Misura B sono ammissibili le spese per servizi di consulenza erogati da fornitori specifici. Sono altresì ammissibili le spese per formazione nel limite del 50% del totale della spesa.

AMIBITI AMMISSIBILI:
Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Bando sono:

 

  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • realtà aumentata e virtual reality
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics

Inoltre è ammissibile l’utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle precedenti:

  •  sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • sistemi EDI, electronic data interchange
  • geolocalizzazione
  • sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.)
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • RFID, barcode, sistemi di tracking
  • system integration applicata all’automazione dei processi

CONTRIBUTI:
Il contributo è concesso in misura pari al 70% delle spese ammesse con un massimale di 10.000 euro.

PRESENTAZIONE DOMANDE:
Le domande andranno presentate dalle ore 10 del 19/12/2017 alle ore 24 del 28/02/2018.

CONTATTI:
MASSIMO MARETTI
0546627832
mmaretti@ra.cna.it

 


icon bandieuropeiVoucher digitalizzazione PMI

Fino a 10.000 Euro di contributo a fondo perduto per la digitalizzazione delle Piccole e Medie Imprese

(Ministero sviluppo Economico - Decreto Direttoriale 24/10/2017)

Finalità

Sostenere l’acquisto di software, hardware o servizi finalizzati a:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro;
  • viluppare soluzioni di e-commerce;
  • connessioni a banda larga;
  • collegamenti a internet mediante tecnologia satellitare in aree non infrastrutturate;
  • fornire formazione qualificata al personale.

Beneficiari
Micro, piccole e medie imprese di tutti i settori, ad esclusione dei settori di cui all’art. 1 del Regolamento (UE) 1407/2013 (pesca e agricoltura), con sede legale e/o unità locale operativa nel territorio nazionale ed iscritte al Registro imprese.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese, sostenute dopo l’assegnazione del voucher, per:

  • acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistici nonché spese accessorie, purché strettamente correlate agli ambiti di attività;
  • pese per la partecipazione a corsi di formazione e l’acquisizione di formazione qualificata.

Agevolazione
A ciascun soggetto sarà riconosciuto un voucher di importo non superiore a 10.000 euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili e nei limiti delle risorse finanziarie (8.018.024,20 di euro per la regione Emilia Romagna). Il Ministero dello Sviluppo Economico procederà al riparto delle risorse disponibili in proporzione al fabbisogno relativo al numero di domande ammesse.

Presentazione delle domande
Per informazioni rivolgersi a
Area Faentina - Maretti Massimo - Tel: 0546 627832
Area Bassa Romagna – Cimatti Vania  - Tel: 0545 913243
Area Ravenna e Cervia – Spinelli Maurizio  - Tel: 0544 298511


icon bandieuropeiPer sostenere le micro e piccole imprese in questa fase economica ancora complessa e per promuovere sviluppo ed investimenti, saranno operativi luglio 2017 due nuovi Fondi di finanza agevolata in gestione Unifidi E.R. attraverso 47 milioni di euro di risorse complessive messe in campo dalla Regione.

In particolare, il FONDO STARTER è rivolto alle imprese attive iscritte al Registro Imprese da non più di cinque anni dalla data di presentazione della domanda. Quindi anche start- up oppure imprese avviate da pochi anni.
Possono farvi ricorso PMI appartenenti a tutti i settori dell’industria, artigianato, commercio, turismo e servizi alla persona aventi sede e/o unità operativa in Emilia Romagna, con esclusione soltanto di agricoltura e società finanziarie.
Per la concessione di mutui agevolati del FONDO STARTER la Regione ha stanziato 11 milioni di euro che costituiscono il 70% della provvista a tasso 0, mentre per il restante 30% la provvista è concessa ad euribor 6 mesi + 4,75% massimo da parte degli Istituti di Credito in convenzione. All’impresa beneficiaria viene applicato un onere finanziario pari alla media ponderata tra i due tassi di interesse. E’ ammessa la garanzia Unifidi E.R. sul 30% dell’intero finanziamento.

I finanziamenti a tassi agevolati coprono il 100% del progetto e riguardano principalmente le seguenti spese ammissibili:

  • Interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
  • Acquisto macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi;
  • Acquisto brevetti, licenze, marchi ed avviamento;
  • Spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
  • Consulenze tecniche e/o specialistiche;
  • Spese del personale adibito al progetto nel limite del 40% del progetto stesso

I giustificativi di spesa devono essere successivi alla data della domanda, salvo le spese tecniche per la presentazione della domanda (possono essere antecedenti di sei mesi rispetto alla domanda), mentre gli investimenti devono essere realizzati e rendicontati entro un anno dalla delibera di concessione del finanziamento.
Il finanziamento, che deve essere obbligatoriamente pre-deliberato dalla banca, viene concesso come mutuo chirografario con durate da 36 ad 96 mesi (incluso l’eventuale pre-ammortamento massimo di 12 mesi), per importi da 20.000€ a 300.000€.

I consulenti credito CNA sono a disposizione delle imprese per lo studio e la predisposizione dei progetti:
Area Ravenna Cervia - MAURIZIO SPINELLI - tel. 0544/298511 mspinelli@ra.cna.it
Area Bassa Romagna - VANIA CIMATTI - tel. 0545/913243 vcimatti@ra.cna.it
Area Faentina - MASSIMO MARETTI - tel. 0546/627832 mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropei

FONDO ENERGIA, con una dotazione regionale di 36 milioni di euro consente finanziamenti agevolati con procedure simili a quelle del precedente Fondo Starter.
Riguarda però investimenti in efficienza energetica o rivolti alla riduzione di gas climalteranti, oppure interventi per la produzione di energia da fonti rinnovabili privilegiando quelle in autoconsumo ed impianti di cogenerazione.
Per la concessione dei mutui agevolati del FONDO ENERGIA la Regione ha stanziato 36 milioni di euro che costituiscono il 70% della provvista a tasso 0, mentre per il restante 30% la provvista è concessa ad euribor 6 mesi + 4,75% massimo da parte degli Istituti di Credito in convenzione. All’impresa beneficiaria viene applicato un onere finanziario pari alla media ponderata tra i due tassi di interesse. E’ ammessa la garanzia Unifidi E.R. sul 30% dell’intero finanziamento.
I finanziamenti a tassi agevolati coprono il 100% del progetto e riguardano le seguenti spese ammissibili:

  • Interventi su immobili strumentali: ampliamento e/o ristrutturazione, opere edili funzionali al progetto;
  • Acquisto ed installazione di macchinari, impianti, attrezzature, hardware;
  • Acquisizione di software e licenze;
  • Consulenze tecniche e specialistiche funzionali al progetto;
  • Spese per redazione di diagnosi energetica e/o progettazione per l’intervento.

I giustificativi di spesa devono essere successivi alla data della domanda, salvo le spese tecniche per la presentazione della domanda (possono avere data successiva al 1° giugno 2014), mentre gli investimenti devono essere realizzati e rendicontati entro un anno dalla delibera di concessione del finanziamento.
L’impresa può richiedere anche un contributo a fondo perduto sulle spese tecniche di progettazione pari all’ 8,75%.
Il finanziamento, che deve essere pre-deliberato dalla banca, viene concesso come mutuo chirografario con durate da 36 ad 96 mesi (incluso l’eventuale pre-ammortamento massimo di 12 mesi), per importi da 25.000€ a 500.000€.

I consulenti credito CNA sono a disposizione delle imprese per lo studio e la predisposizione dei progetti:
Area Ravenna Cervia - MAURIZIO SPINELLI - tel. 0544/298511 mspinelli@ra.cna.it
Area Bassa Romagna - VANIA CIMATTI - tel. 0545/913243 vcimatti@ra.cna.it
Area Faentina - MASSIMO MARETTI - tel. 0546/627832 mmaretti@ra.cna.it

 


icon ricercaGiovedì 4 maggio 2017 ore 17.30 -  Sede CNA Lugo

Il workshop illustra i temi fondamentali della quarta rivoluzione industriale, declinando la digitalizzazione della produzione come elemento finale di uno sviluppo organico di tutti i fattori produttivi, partendo dalla tecnologia e dai materiali, per passare alla sensoristica applicata alle macchine, all’automazione e robotica collaborativa, sino alla logistica di stabilimento.
Il seminario è tenuto da docenti dell’Università di Bologna che appartengono al Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale (CIRI MAM), che ha all’attivo centinaia di collaborazioni industriali con le più importanti realtà regionali.


icon ricercaGiovedì 11 maggio 2017 ore 17.30 - Sede CNA Faenza - RA

Il workshop illustra due differenti interpretazione della tecnologia della stampa 3D: artigianato digitale per una nuova visione economica basata sul principio dell’autoproduzione. Grazie a strumenti di fabbricazione digitale, l’artigiano può realizzare autonomamente elementi altamente personalizzati in piccola serie. Attingendo dal sapere collettivo grazie alla stampa 3d si passa agilmente dall’idea, al progetto, all’oggetto.
Passando dal mondo dell’open source all’Industria 4.0, si affronterà il tema della stampa 3D orientata a produzioni industrializzate estremamente flessibili e dalle alte performance tecniche.


icon ricercaMercoledì 24 maggio 2017 ore 18.00 - Sede  CNA Faenza - RA

Il seminario prevede una panoramica su materiali e tecnologie innovative per la produzione, il recupero, l’immagazzinamento e l’efficientamento energetico. Le tecnologie vengono esaminate sia considerando la possibile applicazione in nuovi impianti industriali e/o unità residenziali sia il loro utilizzo in sistemi già esistenti. Sono tematiche relative alle tecnologie solari di nuova generazione fino ad arrivare all’accumulo energetico per la rete elettrica “intelligente”, passando dai sistemi di recupero energetico e termico. Viene dato anche spazio alla produzione ed utilizzo dei combustibili alternativi ed a quelli rinnovabili fino ad arrivare all’efficientamento dei processi industriali mediante materiali di dimensione “nano” sotto l’ottica privilegiata dell’economia circolare.


icon ricercaMercoledì, 19 aprile 2017 - ORVA di Bagnacavallo - Ravenna

Il mondo della Ricerca incontra l’impresa. Una delegazione di funzionari ASTER, società consortile dell'Emilia-Romagna per l'innovazione e il trasferimento tecnologico, insieme ai referenti delle aree S3 (Smart Specialisation Strategy) ad un gruppo di dottorandi del polo tecnologico di Ravenna e Cesena sono stati accolti in Orva, l’azienda di Bagnacavallo produttrice di piadina, pani morbidi e sostitutivi. Obiettivo dell’incontro, promosso e realizzato da CNA Industria di Ravenna, è quello di creare opportunità e facilitazioni per l'attivazione di rapporti e sinergie  tra mondo della Ricerca e PMI.

Al termine della visita allo stabilimento, sono state illustrate le attività che vedono coinvolti laboratori e centri di ricerca in ambito alimentare e le possibili opportunità di collaborazione.  “Come CNA industria siamo a fianco delle imprese – spiega la responsabile Monia Morandi -  cercando di creare le condizioni per un reale avvicinamento fra due mondi che sempre più dovranno interloquire fra loro, anche alla luce dei nuovi scenari competitivi globali centrati sui temi dell’innovazione e dell’Industria 4.0. L’evoluzione dei nostri distretti territoriali è parte essenziale della competitività internazionale”.


icon ricerca

Il 13 aprile 2017 presso la CNA di Ravenna si è tenuto il primo tavolo regionale di confronto “imprese- TECNOPOLO BOLOGNA CNR” su specifiche tematiche di ricerca.

All’incontro hanno partecipato 12 imprese appartenenti a diversi settori produttivi che hanno espresso esigenze di approfondimento su ambiti di ricerca: biomedicale, meccatronica e motoristica, materiali, ambiente, industrie culturali e creative, energia, ict.

Dopo una fase in plenaria che ha visto l’intervento di Marcella Contini, Responsabile delle Politiche industriali di CNA Emilia Romagna, e di Daniela Toschi, Responsabile Divisione Lavoro Contrattualistica Formazione Innovazione CNA di Ravenna , una  overview delle competenze TECNOPOLO BOLOGNA CNR - MIST E-R,  a cura di Valeria Pignedoli, di PROAMBIENTE Antonella Poggi, e di Roberto Zamboni Presidente dell’Area della Ricerca CNR Bologna, le imprese sono state divise in tre tavoli di approfondimento tematico, ambiente – ict -meccanica materiali,  presieduti ciascuno da due ricercatori. Il coordinamento è stato a cura di Gabriella Gualandi Innovation for Enterprises Unit Manager di Aster, la società consortile dell'Emilia-Romagna per l'innovazione e il trasferimento tecnologico.

Gli esiti: i partecipanti ai vari tavoli hanno dettagliato i fabbisogni aziendali sintetizzabili classicamente in esigenze di sviluppo nuovi prodotti, innovazioni di prodotto o del processo produttivo. Alcune sollecitazioni sono state: cosa offre il mercato a livello di sensoristica per il rilevamento della forza di frenata? E’ possibile velocizzare i processi di riscaldamento e raffreddamento dei materiali plastici? Quali sono le modalità più efficaci ed efficienti per evitare sui manufatti in cemento le porosità in superficie? E’ possibile avere supporto per rilevare la carica batterica presente in una ferita superando i tempi di attesa del “tampone” per fornire tempestivamente la cura necessaria?  A che punto è l’industrializzazione dei processi di lavorazione dei materiali compositi? Qual è lo stato dell’arte sui “sistemi innovativi”  per il monitoraggio atmosferico? Molti di questi quesiti hanno trovato riscontro nelle competenze del CNR ma un solo incontro non è certo sufficiente, né ne aveva la pretesa, per dare piena soddisfazione alle attese individuali.

I prossimi step: i partecipanti interessati ad approfondire verticalmente le tematiche di ricerca trattate potranno partecipare a percorsi FSE finanziati dalla RER ove i ricercatori, in cinque incontri di 4 ore cadauno, avranno la possibilità di illustrare lo stato dell’arte e delineare possibili azioni di sviluppo o proseguire con incontri one to one per valutare le fattibilità di progetti di ricerca. 

 

 


icon bandieuropeiCHI PUO’ FARE DOMANDA:

Reti di imprese (Associazioni temporanee di imprese, Raggruppamenti temporanei di imprese, Contratti di rete) ovvero Consorzi che abbiano soggettività giuridica:

  • siano costituiti da almeno 5 imprese
  • edano al loro interno la presenza di imprese artigiane ovvero microimprese in misura almeno pari al 50% dei partecipanti

AMIBITI AMMISSIBILI:
Sono ammissibili alle agevolazioni i programmi finalizzati alla creazione o allo sviluppo di:

  • centri per l’artigianato digitale, anche virtuali, in cui si svolgano attività di ricerca e sviluppo finalizzate alla creazione di nuovi software e hardware a codice sorgente aperto, in grado di concorrere allo sviluppo delle tecnologie di fabbricazione digitale e di modalità commerciali non convenzionali, nonché alla diffusione delle conoscenze acquisite alle scuole, alla cittadinanza, alle
    Imprese artigiane e alle Microimprese;
  • incubatori in grado di facilitare, attraverso la messa a disposizione di spazi fisici, di dotazioni infrastrutturali e di specifiche competenze, lo sviluppo innovativo di realtà imprenditoriali operanti nell’ambito dell’artigianato digitale;
  • centri finalizzati all’erogazione di servizi di fabbricazione digitale come la modellizzazione e la stampa 3D, la prototipazione elettronica avanzata, il taglio laser e la fresatura a controllo numerico, nonché allo svolgimento di attività di ricerca e sviluppo centrate sulla fabbricazione digitale;

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI:

  • prevedere spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 100.000,00 e non superiori a euro 800.000,00;
  • consistenza del fondo patrimoniale comune o consortile almeno pari al 30% dell’importo di spesa del programma proposto;
  • essere avviati dopo la presentazione della domanda;
  • prevedere una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione;
  • prevedere forme di collaborazione con Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo;
    essere localizzati sul territorio nazionale;

SPESE AMMISSIBILI:
Sono ammissibili alle agevolazioni le seguenti spese di investimento e gestione:

  1. beni strumentali nuovi di fabbrica;
  2. componenti hardware e software strettamente funzionali al programma;
  3. personale dipendente del Beneficiario nonché personale dipendente delle imprese costituenti lo stesso, purché formalmente distaccato ed a condizione che svolga la propria attività presso le strutture del Beneficiario, entro il limite massimo del 50 percento dell’importo complessivo del programma;
  4. consulenze tecnico-specialistiche, servizi equivalenti e lavorazioni eseguite da terzi, entro il limite massimo del 30 percento dell’importo complessivo del programma;
  5. materiali di consumo strettamente funzionali alla realizzazione di attività di ricerca, sviluppo e prototipazione;
  6. spese per la realizzazione di prodotti editoriali finalizzati alla diffusione, presso le Istituzioni scolastiche autonome e gli Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo, delle nuove tecnologie di fabbricazione e vendita digitale oggetto del programma ammesso alle agevolazioni.


CONTRIBUTI:
Le agevolazioni sono concesse in de minimis:

  1. La sovvenzione parzialmente rimborsabile è restituita dal Beneficiario in misura pari al 50% delle spese ammissibili in rate semestrali per 5 anni;
  2. La parte della sovvenzione non rimborsabile, pari al 20% delle spese ammissibili, è concessa a titolodi contributo in conto impianti e/o conto gestione;

PRESENTAZIONE DOMANDE:
I soggetti proponenti potranno presentare istanza di accesso alle agevolazioni dalle ore 10:00 del 1° marzo 2017 fino alle ore 12:00 del 04 maggio 2017, mediante invio all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dgiai.artigianatodigitale@pec.mise.gov.it della documentazione indicata nel decreto direttoriale.

Contatti:
MARETTI MASSIMO
Tel. 0546/627832
email: mmaretti@ra.cna.it

 

 


icon bandieuropeiEco bonus per la sostituzione di veicoli commerciali inquinanti di categoria n1 con veicoli a minor impatto ambientale 

 

Tipologia dell’intervento

Concessione di un contributo pari a Euro 2.500,00 per un veicolo di categoria N1 sostituito, previa rottamazione, con un veicolo di nuova immatricolazione a minor impatto ambientale.

 

Beneficiari

Il bando si rivolge alle Micro, Piccole e Medie imprese, aventi sede in uno dei comuni previsti (si veda elenco in calce) o in possesso di un pass annuale della ZTL dei medesimi comuni, proprietarie di un autoveicolo di categoria N1 (veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t), da rottamare, appartenente ad una delle seguenti categorie:

  • Autoveicolo di classe pre euro – diesel
  • Autoveicolo di classe Euro 1,2 o 3 – diesel

Sono escluse le aziende che effettuano attività di trasporto conto terzi, le istituzioni o enti senza fini di lucro, le imprese operanti nella pesca, acquacoltura e nella produzione primaria di prodotti agricoli.


Spese ammissibili

Sostituzione del veicolo rottamato con un nuovo autocarro di nuova immatricolazione (escluso acquisto in leasing), di categoria N1, di classe ambientale euro 6 ad alimentazione:

  • Benzina/Gpl
  • Benzina/Metano
  • Ibrida (benzina/elettrica)
  • Elettrica

 

Tempi

Sono ammissibili le spese sostenute dopo l’approvazione del bando e con domanda pervenuta dalle ore 14 del 8 aagosto 2017 e fino alle ore 12 del 10 ottobre 2017.
Il nuovo mezzo dovrà essere ordinato entro il 20 giugno 2017 e acquistato (e pagato) entro il 31 dicembre 2017.

 

Elenco dei comuni

BOLOGNA, FERRARA, FORLI’, CESENA, MODENA, PARMA, PIACENZA, RAVENNA, REGGIO EMILIA, RIMINI, CARPI, IMOLA, FAENZA, CASTELFRANCO EMILIA, FORMIGINE, SASSUOLO, CASALECCHIO DI RENO, SAN LAZZARO DI SAVENA, CENTO, LUGO, RICCIONE, ARGELATO, CALDERARA DI RENO, CASTEL MAGGIORE, CASTENASO, GRANAROLO DELL’EMILIA, OZZANO, PIANORO, SASSO MARCONI, ZOLA PEDROSA.

 

Contatti

Maretti Massimo
Tel. 0546.627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

 


icon bandieuropeiContributi per la realizzazione di diagnosi energetiche o l’adozione di sistemi di gestione energia conformi alle norme iso 50001

 

Tipologia dell’intervento

Concessione di un contributo pari al 50% delle spese ritenute ammissibili per:

  • diagnosi energetiche eseguite in osservanza dei criteri di cui all’Allegato 2 del D.Lgs. 102/2014;
  • adozione di sistemi di gestione energia conformi alle norme ISO 50001, comprensivi di diagnosi energetiche eseguite in osservanza dei criteri di cui all’Allegato 2 del D.Lgs. 102/2014.

 

Beneficiari

Il bando si rivolge alle Piccole e Medie imprese aventi sito produttivo in Emilia Romagna costituite da almeno due anni.

 

Contributi ammissibile

  • 50% delle spese ammissibili fino ad un contributo massimo di 5.000,00 euro al netto dell’IVA per la realizzazione della diagnosi energetica.
  • 50% delle spese ammissibili fino ad un contributo massimo di 10.000,00 euro al netto dell’IVA, per l’adozione del Sistema di Gestione Energia conforme alle norme ISO 50001.

 

Spese Ammissibili

Per gli interventi di diagnosi energetiche: servizi eseguiti da uno dei soggetti elencati all'art. 8, comma 1 del D.Lgs. 102/2014, ovvero ESCo, o Esperti in Gestione dell'Energia, o Auditor Energetici, certificati da organismi accreditati ai sensi dell'art. 8, comma 2 del D.Lgs. 102/2014, finalizzati alla valutazione del consumo di energia ed al risparmio energetico conseguibile se eseguite in osservanza dei criteri di cui all’Allegato 2 del D.Lgs. 102/2014;

Per gli interventi di adozione di sistemi di gestione iso 50001: rilascio della certificazione di conformità alle norme ISO 50001 del sistema di gestione dell’energia del sito produttivo oggetto di domanda di contributo se rilasciata da un organismo terzo, indipendente e accreditato ai sensi del Regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 luglio 2008 o firmatario degli accordi internazionali di mutuo riconoscimento.

 

Tempi

Il presente bando è a sportello, aperto dalle ore 10:00 del 10 aprile 2017 e fino alle ore 17:00 del 30 giugno 2017. Le spese ammissibili decorrono dal 01 gennaio 2017 e alla data di presentazione della domanda dovranno già essere state sostenute.

 

Contatti

Maretti Massimo
Tel. 0546.627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

 


icon bandieuropeiLa Regione Emilia Romagna ha assegnato in gestione ad Unifidi E.R. il Fondo per il Microcredito con risorse pari a 2 milioni di euro per il finanziamento di piccole imprese, professionisti e lavoratori autonomi.

Si tratta di un sostegno concreto che la Regione ha voluto mettere a disposizione delle piccole iniziative imprenditoriali che favoriscano sviluppo, nuovi investimenti e crescita dell’ occupazione nel nostro territorio, agevolando al massimo l’accesso al credito.
Le spese finanziate riguardano principalmente gli investimenti in beni strumentali, investimenti in innovazione, il pagamento di corsi di formazione, la liquidità aziendale legata allo sviluppo dell’attività - compreso il costo del personale aggiuntivo - con esclusione di operazioni di consolidamento passività e/o debiti fiscali.
Il finanziamento - da un minimo di 5.000€ ad un massimo di 15.000€ per richiedente - viene erogato direttamente da Unifidi E.R. a tasso zero con garanzia del Consorzio al 50%, minimi costi di istruttoria e con durata massima 60 mesi (inclusa l’eventuale possibilità di 12 mesi di preammortamento).

Il microcredito può essere richiesto dai i seguenti soggetti:

  • Lavoratori autonomi e liberi professionisti operanti in Regione che, alla data della domanda, siano titolari di partita iva da un minimo di un anno ad un massimo di cinque anni, con fatturato annuo tra 15 e 70 mila euro. I liberi professionisti devono essere iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali o costituiti in forme aggregate tra professionisti con gli stessi requisiti delle imprese;

  • Imprese individuali, società di persona, società a responsabilità limitata semplificata, società cooperative operanti in Regione, avviate da almeno un anno e da non più di cinque con fatturato annuo tra 15 e 100 mila euro.


Il soggetto richiedente non dovrà avere un indebitamento di breve superiore a 50.000€.
Le domande, su procedura e istruttoria diretta di Unifidi E.R, possono essere presentate dal 27 marzo al 31 dicembre 2017 tramite i consulenti credito CNA Ravenna:

Area Ravenna-Cervia: Maurizio Spinelli (tel. 0544/298511)
Area Bassa Romagna: Vania Cimatti (tel. 0545/913243)
Area Romagna Faentina: Massimo Maretti (tel. 0546/627832)

 


icon bandieuropeiAvviso pubblico ISI 2016, Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in attuazione dell’articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81

Lo stanziamento relativamente alla Regione Emilia Romagna è pari a complessivi euro 19.170.498,00. Progetti ammessi a contributo ricadenti in una delle seguenti tipologie:

1. Per i progetti di investimento, possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio che effettuino i seguenti investimenti:

  • Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati;
  • Acquisto di macchine (con sostituzione di macchine, laddove richiesto dalla specifica Tipologia di intervento);
  • Acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati;
  • Acquisto e installazione permanente di sistemi di ancoraggio destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistemi anti caduta anche quando questi ultimi sono progettati per l'uso in trattenuta;
  • Installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici; installazione o modifica di impianti di aspirazione o di immissione forzata dell’aria e impianti di trattamento delle acque reflue;

2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio che effettuino i seguenti investimenti:

  • Adozione di un SGSL certificato BS OHSAS 18001:07 da enti di certificazione accreditati per lo specifico settore presso ACCREDIA nel rispetto del regolamento tecnico RT12 SCR rev. 1 pubblicato da Sincert nel 2006;
  • Adozione di un SGSL certificato BS OHSAS 18001:07 da enti di certificazione accreditati presso enti di accreditamento diversi da ACCREDIA;
  • Adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) di settore previsti da accordi INAIL- Parti Sociali;
  • Adozione di un SGSL non rientrante nei casi precedenti;
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile;
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 per il settore dei servizi ambientali territoriali;
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/08 anche secondo le procedure semplificate di cui al d.m. 13/2/2014;
  • Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000;
  • Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente;

3. Progetti di bonifica di materiali contenenti amianto (MCA), possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio che effettuino i seguenti investimenti

  • Rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie;
  • Rimozione di MCA da mezzi di trasporto;
  • Rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condottedi fumi ecc.);  Rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto;
  • Rimozione di coperture in MCA;
  • Rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto;


4. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività:

micro e piccole imprese operanti in Catering per eventi, banqueting, Mense, Catering continuativo su base contrattuale, Ristorazione con somministrazione, Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole, Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto, Gelaterie e pasticcerie ambulanti, Ristorazione ambulante, Ristorazione su treni e navi, Bar e altri esercizi simili senza cucina, gelaterie e pasticcerie, Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari, Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati nca, che effettuino i seguenti investimenti

  • Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici ad essa collegati;
  • Acquisto di attrezzature di lavoro.

Ammontare del contributo

  • Per i progetti di tipo 1,2,3 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 130.000.
  • Per i progetti di tipo 4 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 50.000.

Spese ammesse a contributo

Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 giugno 2017.

Modalità di presentazione delle domande

Le domande devono essere presentate in modalità telematica, secondo le seguenti 3 fasi successive:

  • Accesso alla procedura on line e compilazione della domanda dal 19 aprile 2017 fino alle ore 18,00 del giorno 5 giugno 2017;
  • Invio della domanda on line (click day);
  • Invio della documentazione a completamento della domanda da effettuarsi nei tempi e con le modalità previste.

Contatti

Massimo Maretti
Tel. 0546-627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

  


icon bandieuropeiBeneficiari

Tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa (imprese, enti non commerciali, consorzi e reti d’impresa), indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

Anni di applicazione

La misura è applicabile per le spese in Ricerca e Sviluppo sostenute nel periodo 2016-2020.

Tipologia di ricerca ammissibile


RICERCA FONDAMENTALE

Lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalità l'acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili, senza che siano previste applicazioni o usi commerciali diretti.

RICERCA INDUSTRIALE

Ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti. Creazione di componenti di sistemi complessi necessaria per la ricerca industriale, in particolare per la validazione di tecnologie generiche, ad esclusione dei prototipi di cui alla definizione successiva.

SVILUPPO SPERIMENTALE

Acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati; può trattarsi anche di altre attività destinate alla definizione concettuale, alla pianificazione e alla documentazione concernenti nuovi prodotti, processi e servizi; tali attività possono comprendere l'elaborazione di progetti, disegni, piani e altra documentazione, inclusi gli studi di fattibilità, purché' non siano destinati a uso commerciale; realizzazione di prototipi utilizzabili per scopi commerciali e di progetti pilota destinati a esperimenti tecnologici o commerciali, quando il prototipo è necessariamente il prodotto commerciale finale e il suo costo di fabbricazione è troppo elevato per poterlo usare soltanto a fini di dimostrazione e di convalida.
Produzione e collaudo di prodotti, processi e servizi, a condizione che non siano impiegati o trasformati in vista di applicazioni industriali o per finalità commerciali.

Costi ammissibili

  • Costi relativi al personale altamente qualificato in possesso di un titolo di dottore di ricerca, ovvero iscritto ad un ciclo di dottorato presso una università italiana o estera, ovvero in possesso di laurea magistrale in discipline di ambito tecnologico.
  • Quote di ammortamento delle spese di acquisizione o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio, in relazione alla misura e al periodo di utilizzo per l'attività di ricerca e sviluppo e comunque con un costo unitario non inferiore a 2.000 euro.
  • Spese relative a contratti di ricerca stipulati con università, enti di ricerca e organismi equiparati, e con altre imprese, comprese le start-up innovative.
  • Competenze tecniche (costo personale dipendente non altamente qualificato) e privative industriali relative a un'invenzione industriale o biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale, anche acquisite da fonti esterne.
  • Spese per attività di certificazione contabile con un massimo di 5.000 euro annui.

Importo minimo di spese

L’importo minimo di spesa è di 30.000 euro annui e deve risultare in incremento rispetto alla media di spese analoghe sostenute nel triennio 2012-2014.

Contributo

Il contributo consiste in un credito di imposta (immediatamente compensabile in F24) per un importo del 50% delle spese sostenute per l’attività di Ricerca e Sviluppo dell’anno 2017.

Contatti

Maretti Massimo
Tel. 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

 

 

 

 


icon bandieuropeiTipologia dell’intervento

Concessione di agevolazioni a FONDO PERDUTO dal 40% al 45% sulle SPESE RITENUTE AMMISSIBILI (contributo massimo ricevibile € 25.000).


Beneficiari

Il bando, si rivolge ai Liberi Professionisti iscritti agli appositi Ordini o Collegi e Casse Previdenziali che operano in forma singola o associata, oppure ai Liberi Professionisti operanti in forma singola o associata che non hanno un ordine o un Collegio professionale e che risultano iscritti alla gestione separata INPS. I soggetti beneficiari non possono risultare anche lavoratori dipendenti.

Iniziative ammissibili

A. Interventi per l’Innovazione tecnologica finalizzati:
1. allo sviluppo innovativo dei sistemi informatici-informativi e dei processi di digitalizzazione del lavoro;
2. alla informatizzazione e alle innovazioni di processo;
3. alla realizzazione di sistemi di gestione innovativa delle reti tra professionisti;
4. ad automatizzare e informatizzare l’attività anche con acquisto di strumenti e attrezzature professionali tecnico-strumentali e tecnologiche;
5. a sviluppare sistemi di sicurezza informatica o il loro test di adeguatezza;

B. Interventi per la strutturazione, l’organizzazione e il riposizionamento strategico delle attività libero professionali finalizzati:
1. a creare sistemi di condivisione, cooperazione e collaborazione tra professionisti e/o tra imprese in particolare negli ambiti delle partnership e delle collaborazioni, della coprogettazione, dell’attività di co-makership, della razionalizzazione logistica;
2. a migliorare l'efficienza dei processi di erogazione dei servizi, innovare i servizi con particolare riferimento alla messa a punto ed alla sperimentazione di metodologie e applicazioni innovative nel campo della progettazione, dei processi e del monitoraggio;
3. a sviluppare sistemi che favoriscano l’integrazione di altri processi strategici all’attività professionale/imprenditoriale;
4. ad implementare e diffondere metodi di promozione, acquisto e vendita on line di servizi nonché a sviluppare nuove funzioni avanzate nel rapporto con la clientela;
5. al riposizionamento strategico dell’attività professionale;

C. Interventi per diffusione della cultura dell’organizzazione e della gestione/valutazione economica dell’attività professionale finalizzati:
1. a progettare e implementare un piano di riposizionamento e sviluppo dell’attività professionale o dell’impresa che preveda di sfruttare le opportunità date dalla digitalizzazione dei servizi;
2. a implementare sistemi di controllo di gestione e valutazione economica dell’attività;

Spese ammissibili

Sono ammissibili interventi che abbiano spesa minima pari ad € 15.000,00 :
a) acquisto di attrezzature, infrastrutture informatiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento;
b) spese per l’acquisizione di brevetti, licenze software e di servizi applicativi necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento, o altre forme di proprietà intellettuale;
c) Interventi accessori, anche di carattere edilizio, strettamente necessari alla realizzazione del progetto, nel limite massimo di 5.000 euro;
d) spese per l’acquisizione di consulenze specializzate per la realizzazione del progetto; tali spese sono riconosciute nella misura massima del 30% della somma totale delle altre voci di spesa;

Tempi

I progetti andranno presentati dalle ore 10.00 del 03 maggio 2017, alle ore 17.00 del 31 maggio 2017 per gli interventi sostenuti dalla data di presentazione della domanda al il 31/12/2017;

I progetti andranno presentati Dalle ore 10.00 del 12 settembre 2017, alle ore 17.00 del 10 ottobre 2017 per gli interventi che si intendono realizzare a partire dal 1/1/2018 al 31/12/2018.

Contatti

Frignani Glenda
Tel 0544.298780
eMail: gfrignani@ecipar.ra.it

Maretti Massimo
Tel. 546.627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

 

 


icon bandieuropeiFinanziamenti alle PMI per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature

Beneficiari
Piccole e medie imprese con sede operativa in Italia

Caratteristiche del finanziamento
La concessione del contributo da parte del MISE è condizionata all’adozione di una delibera di finanziamento che abbia le seguenti caratteristiche:

  • Essere deliberato a copertura degli investimenti sotto specificati
  • Essere deliberato da una banca o da un intermediario finanziario
  • Avere una durata massima, comprensiva di un periodo di preammortamento o di prelocazione non superiore ai dodici mesi, di cinque anni decorrenti dalla data di stipula del contratto di finanziamento; ovvero, nel caso di leasing, decorrenti dalla data di consegna del bene
  • Essere deliberato per un valore non inferiore a 20 mila euro e non superiore a 2 milioni di euro
  • Essere erogato in un’unica soluzione entro 30 giorni dalla data di stipula del contratto di finanziamento, ovvero, nel caso di leasing, entro 30 giorni dalla data di consegna del bene
  • Il finanziamento può coprire fino al 100% degli investimenti
  • Il finanziamento è concesso dalla banca o dall’intermediario finanziario a valere sul plafond di provvista costituito presso Cassa Depositi e Prestiti, ovvero a valere su diversa provvista

Investimenti ammissibili
Acquisto o acquisizione in leasing di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.
- I beni strumentali, presi singolarmente ovvero nel loro insieme, devono presentare un’autonomia funzionale, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari.
- i beni strumentali possono integrare con nuovi moduli l’impianto o il macchinario preesistente, introducendo una nuova funzionalità nell’ambito del ciclo produttivo dell’impresa;
- in ogni caso l’investimento non può riguardare beni che costituiscono mera sostituzione di beni esistenti.

Gli investimenti devono essere destinati (salvo quanto diversamente stabilito per il settore dei trasporti, agricolo, pesca e acquacoltura) alle seguenti finalità:
a) creazione di un nuovo stabilimento;
b) ampliamento di uno stabilimento esistente;
c) diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi;
d) trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;
e) acquisizione di attivi di uno stabilimento;

Gli investimenti devono essere avviati successivamente alla data della domanda di accesso ai contributi e devono essere conclusi entro 12 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

Agevolazioni
A fronte del finanziamento concesso dalla banca o dall’intermediario finanziario, il MISE concede un contributo pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati in via convenzionale su un finanziamento al tasso d’interesse del 2,75% o del 3,57% della durata di cinque anni e di importo equivalente al finanziamento concesso. Le imprese hanno la possibilità di beneficiare della garanzia del Fondo centrale, fino alla misura massima prevista dalla vigente normativa (80% dell’ammontare del finanziamento).

Contatti
MARETTI MASSIMO
Tel: 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

 


icon bandieuropeiPRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DAL 19 APRILE 2017 al 05 GIUGNO 2017 

Lo stanziamento relativamente alla Regione Emilia Romagna è pari a complessivi euro 19.170.498,00. 

Progetti ammessi a contributo ricadenti in una delle seguenti tipologie: 

1. Per i progetti di investimento, possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio che effettuino i seguenti investimenti: 

  • Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati; 
  • Acquisto di macchine (con sostituzione di macchine, laddove richiesto dalla specifica Tipologia di intervento); 
  • Acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati; 
  • Acquisto e installazione permanente di sistemi di ancoraggio destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistemi anti caduta anche quando questi ultimi sono progettati per l'uso in trattenuta; 
  • Installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici; installazione o modifica di impianti di aspirazione o di immissione forzata dell’aria e impianti di trattamento delle acque reflue; 

2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio che effettuino i seguenti investimenti: 

  • Adozione di un SGSL certificato BS OHSAS 18001:07 da enti di certificazione accreditati per lo specifico settore presso ACCREDIA nel rispetto del regolamento tecnico RT12 SCR rev. 1 pubblicato da Sincert nel 2006; 
  • Adozione di un SGSL certificato BS OHSAS 18001:07 da enti di certificazione accreditati presso enti di accreditamento diversi da ACCREDIA; 
  • Adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) di settore previsti da accordi INAIL-Parti Sociali; 
  • Adozione di un SGSL non rientrante nei casi precedenti; 
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile; 
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 per il settore dei servizi ambientali territoriali; 
  • Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/08 anche secondo le procedure semplificate di cui al d.m. 13/2/2014; 
  • Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000; 
  • Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente;

3. Progetti di bonifica di materiali contenenti amianto (MCA), possono partecipare le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio che effettuino i seguenti investimenti: 

  • Rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie; 
  • Rimozione di MCA da mezzi di trasporto; 
  • Rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condotte di fumi ecc.); 
  • Rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto; 
  • Rimozione di coperture in MCA; 
  • Rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto; 

4. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività: micro e piccole imprese operanti in Catering per eventi, banqueting, Mense, Catering continuativo su base contrattuale, Ristorazione con somministrazione, Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole, Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto, Gelaterie e pasticcerie ambulanti, Ristorazione ambulante, Ristorazione su treni e navi, Bar e altri esercizi simili senza cucina, gelaterie e pasticcerie, Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari, Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati nca, che effettuino i seguenti investimenti: 

  • ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici ad essa collegati; 
  • acquisto di attrezzature di lavoro. 

Ammontare del contributo 
Per i progetti di tipo 1,2,3 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 130.000. 
Per i progetti di tipo 4 il contributo in conto capitale è pari al 65% delle spese ammesse ed è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva. Il contributo massimo erogabile è pari a euro 50.000.  

Spese ammesse a contributo 
Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 giugno 2017.  

Modalità di presentazione delle domande 
Le domande devono essere presentate in modalità telematica, secondo le seguenti 3 fasi successive: 

  • Accesso alla procedura on line e compilazione della domanda dal 19 aprile 2017 fino alle ore 18,00 del giorno 5 giugno 2017; 
  • Invio della domanda on line (click day); 
  • Invio della documentazione a completamento della domanda da effettuarsi nei tempi e con le modalità previste. 

Per informazioni e consulenza, si prega di rivolgersi a: 
Massimo Maretti
Tel. 0546-627832
email: mmaretti@ra.cna.it 

 


icon bandieuropeiOBIETTIVI
La Camera di commercio intende promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro di ASL e l’inserimento di giovani studenti in percorsi di ASL.

CHI PUO’ FARE DOMANDA
Possono fare domanda le Micro, Piccole e Medie imprese, regolarmente costituite ed iscritte alla Camera di Commercio di Ravenna con almeno una sede o unità locale in Provincia di Ravenna. Inoltre l’impresa dovrà essere iscritta al Registro Nazionale Alternanza scuola Lavoro.

AMIBITI AMMISSIBILI
Sono ammissibili le attività svolte per la realizzazione di progetti di ASL di cui alla legge 107/2015 regolati da convenzioni stipulate fra l'impresa e l'Istituto scolastico (scuola secondaria di secondo grado) nel periodo dal 01.10.2016 al 30.06.2017.

SPESE AMMISSIBILI
E’ agevolabile l’attività svolta dal tutor aziendale (sia interno che esterno) per la progettazione e organizzazione dei percorsi di ASL.

CONTRIBUTI
Il contributo a fondo perduto sarà pari a:
- 600 euro per ciascuna convenzione di ASL che riguardi complessivamente da 1 a 5 studenti
- 800 euro per ciascuna convezione di ASL che coinvolga complessivamente più di 6 studenti,

Sono agevolabili fino ad un massimo di 3 convenzioni per impresa. Nel caso di inserimento in azienda di studenti diversamente abili verrà riconosciuto un ulteriore importo una tantum di 200 euro per convenzione.

PRESENTAZIONE DOMANDE
Le domande andranno presentate, ad ultimazione del percorso ASL, dalle ore 09.00 del 09/01/2017 alle ore 12.00 del 31/07/2017.

SGRAVIO CONTRIBUTIVO PREVISTO DALLA LEGGE DI STABILITA’ 2017:
L’articolo 42 della Legge di Stabilità 2017 prevede un esonero contributivo, a favore dei datori di lavoro privati che assumono a tempo indeterminato studenti che abbiano svolto, presso il medesimo datore di lavoro, attività di alternanza scuola-lavoro (almeno il 30% delle ore previste per le varie attività di alternanza) o periodi di apprendistato di 1° livello (per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore) o periodi di apprendistato di 3° livello (alta formazione).
Lo sgravio contributivo spetta per le assunzioni a tempo indeterminato, anche in apprendistato, decorrenti dal 01/012017 al 31/12/2018 e consiste nell’esonero dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, diversi dai contributi per le prestazioni pensionistiche e dai premi da versare all’INAIL. L’importo dell’esonero non potrà comunque superare la cifra di euro 3.250 su base annua, per un periodo massimo di trentasei mesi.
Per avere diritto allo sgravio, le assunzioni devono essere effettuate entro sei mesi dall’acquisizione del titolo di studio dello studente.

CONTATTI
MASSIMO MARETTI
Tel: 0546627832
email: mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropeiIl contributo è rivolto alle imprese di autotrasporto in conto terzi attive in Italia che sono in regola con l'iscrizione all'Albo e al Registro Elettronico Nazionale. Il finanziamento vale per gli acquisiti (anche in leasing) fatti dal 16/09/2016 al 15/04/2017 per le seguenti tipologie:

Autoveicoli nuovi di fabbrica con massa complessiva pari o superiore a 3,5 tonnellate alimentati con gas naturale compresso (CNG) o liquefatto (LNG) ed elettrici (per cui sono stanziati 7 milioni), senza necessità di rottamazione: 3.500 euro per ogni veicolo a gas naturale compresso con massa complessiva da 3,5 a 7 tonnellate; 10mila euro per ogni veicolo elettrico; 8.000 euro per ogni veicolo a gas naturale compresso con massa complessiva superiore a 7 tonnellate; 20mila euro per ogni veicolo a gas naturale liquefatto con massa complessiva superiore a 7 tonnellate.

Radiazione, rottamazione o esportazione fuori dall'Unione Europea di veicoli con massa complessiva pari o superiore a 11,5 tonnellate con contestuale acquisto di veicoli nuovi di fabbrica della stessa categoria di peso ed equipaggiati con motori Euro VI (per cui sono stanziati 6,5 milioni): 7.000 euro per ogni veicolo radiato in corrispondenza dell'acquisto di un nuovo Euro VI.

Acquisto di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica realizzati per il trasporto combinato strada-rotaia (che soddisfano la normativa UIC 596-5) e per il trasporto combinato strada-mare (che soddisfano la normativa Imo) che sono dotati di dispositivi "innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica" (per cui sono stanziati 9 milioni): 10% (per medie imprese) o 20% (per piccole imprese) del prezzo di ogni semirimorchio, con un massimo di 5.000 euro per unità. Le acquisizioni devono essere svolte nell'ambito di un programma d'investimenti per creare, ampliare o diversificare un impianto o trasformare il processo produttivo di uno esistente. Le imprese che non rientrano nella categoria PMI hanno un contributo di 1.500 euro per unità.

Acquisto di casse mobili e rimorchi e semirimorchi specializzati per il loro trasporto "così da facilitare l'utilizzazione di diverse modalità di trasporto in combinazione tra loro, senza alcuna rottura di carico" (per cui sono stanziati 2,5 milioni): sono finanziabili gruppi di otto casse mobili e un rimorchio o semirimorchio porta-casse e per questo insieme si possono ottenere 8.500 euro.

Per informazioni e per preparare le domande di contributo è possibile contattare direttamente:

Gli Uffici Credito CNA della Provincia di Ravenna

Area Ravenna/Cervia
Della Monica Nicola
Tel. 0544/298678
e-mail ndellamonica@ra.cna.it

Area Lugo
Vania Cimatti
Tel. 0545/913243
e-mail vcimatti@ra.cna.it

Area Faenza
Massimo Maretti
Tel. 0546/627832
e-mail mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropeiLa Regione Emilia-Romagna è attenta alla cultura della responsabilità sociale di impresa e per questo promuove l'innovazione responsabile.
Ogni anno, la regione sostiene progetti che coinvolgono imprese di qualunque settore e le parti sociali in un costruttivo e proficuo confronto.
Con la seconda edizione del premio ER.Rsi, la Regione valorizza le imprese che si sono contraddistinte per sviluppo sostenibile e innovazione responsabile.
Fino al 10 ottobre 2016 sarà possibile aderire al premio promosso dalla Regione Emilia-Romagna per la diffusione della cultura della responsabilità sociale di impresa e per l’innovazione responsabile.
Due le sezioni: sezione ordinaria rivolta a imprese costituite prima del 1° gennaio 2013, sezione start-up innovative rivolta a imprese costituite in data successiva al 1° gennaio 2013.
Sono candidati al concorso i progetti avviati da almeno 12 mesi dalla data di presentazione della domanda relativamente alle seguenti aree tematiche: l’impresa e la scuola; l’impresa per la crescita e l’occupazione; l’impresa per l’ambiente; l’impresa per la qualità della vita.


2016 09 21 Premio InnovatoriResponsabili

Per informazioni:
Massimo Maretti
Ufficio Bandi e Legislazione di Incentivo CNA
tel. 0546 627832
mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropeiFinanziamenti fino al 100% per la formazione sull’innovazione tecnologica per accompagnare le aziende che promuovano e realizzino investimenti economici riguardanti diverse tipologie di INNOVAZIONE, da attuare in fasi progressive ma in un arco temporale definito.

 

Ambiti di intervento

  • introduzione di nuove tecniche di produzione;
  • introduzione di nuove tecnologie di processo e/o di prodotto;
  • digitalizzazione di processi di produzione e/o di servizio;
  • messa in produzione di nuovi prodotti per il mercato interno e/o per mercati internazionali;
  • realizzazione di ricerche e sperimentazioni scientifiche per l’acquisizione o la sperimentazione di nuovi brevetti;
  • riorganizzazione dei processi produttivi e/o di fornitura dei servizi, anche solo mirata al consolidamento della posizione economica dell’impresa;
  • ricerca di nuovi mercati, anche con caratteristiche di selettività della domanda per rafforzare e moltiplicare le posizioni “di nicchia”.

Sono escluse le iniziative formative connesse ad investimenti che realizzino aggiornamenti senza modifiche nei processi produttivi e/o lavorativi in essere.

La realizzazione del Piano Aziendale di Sviluppo – P.A.S., avviato al massimo 6 mesi prima della chiusura dello sportello, dovrà concludersi entro i 18 mesi successivi la data della sua approvazione. A tale termine dovrà conseguentemente attenersi la durata dei Progetti Operativi.

Beneficiari: dipendenti di aziende aderenti a Fondartigianato.
Scadenze: dal 15 settembre, entro il 14 ottobre 2016.
Tipologia dell’intervento: finanziamento di formatori esperti in azienda

Per maggiori informazioni contatta i nostri esperti

Glenda Frignani | gfrignani@ecipar.ra.it | 0544 298780

Debora Olei | dolei@ecipar.ra.it | 0544 298789


icon bandieuropeiLa Camera di Commercio di Ravenna, nell'ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, intende proseguire nell'impegno di sostenere ed incentivare attraverso l'erogazione di contributi, l'adozione di sistemi di gestione aziendale conformi alle norme ISO 14001, al regolamento Emas, ed SA8000, per l'effettuazione di studi LCA e l'ottenimento di marchi ambientali di prodotto (Ecolabel, EPD e Remade in Italy)

BENEFICIARI:

Pmi iscritte presso CCIAA di Ravenna da almeno 12 mesi

TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI:

a. SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE: Conseguimento della certificazione ISO 14001 dell'impresa da parte di Enti Terzi accreditati o registrazione presso il Comitato per l'Ecolabel e per l'Ecoaudit

b. SISTEMA DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITA' SOCIALE: Conseguimento della certificazione di conformità del sistema di gestione della responsabilità sociale alla norma SA 8000/2001, o dello stato di applicant, rilasciata da ente di certificazione accreditato

c. MARCHI DI QUALITA' ECOLOGICA : Ottenimento del marchio di qualità ecologica ECOLABEL a seguito di valutazione da parte di un ente terzo accreditato e del marchio Remade in Italy accreditato da Accredia

d. EFFETUAZIONE DI ANALISI DEL CICLO DI VITA (LCA) : Esecuzione di analisi del ciclo di vita (LCA) inerenti a prodotti realizzati o commercializzati con conseguente ottenimento della certificazione da parte di un ente terzo accreditato in conformità alla norma UNI EN ISO 14040.

SPESE AMMISSIBILI:

• Spese di formazione del personale

• Spese di consulenza

• Spese per la certificazione/registrazione/rilascio marchio.

Sono ammesse le sole spese inerenti la prima certificazione/rilascio marchio e non quelle inerenti i rinnovi effettuate nei 15 mesi antecedenti la data di partenza della validità della certificazione.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO:

I contributi sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di euro 5.000 per ciascun beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Le domande di contributo devono essere inviate nell'anno in cui si ottiene la certificazione/marchio entro 45 gg. dall'emissione della stessa. Il periodo di apertura del presente regolamento è dalle ore 9 del 1 aprile 2016 alle ore 12 del 31 gennaio 2017. Per le certificazioni /marchi ottenuti nel primo trimestre del 2016 le domanda potranno essere inviate entro le ore 12 del 15 maggio 2017.

Contatti:
MARETTI MASSIMO
Tel. 0546/627832
email: mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropeiNell'ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Ravenna intende favorire la creazione ed il sostegno alle nuove imprese.

Beneficiari:
Possono presentare domanda: PMI di tutti i settori economici, attive ed iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Ravenna nel periodo fra l'01/01/2016 ed il 31/12/2016. Alla data di presentazione della domanda le imprese dovranno risultare già iscritte ed attive, con sede e/o unità locale operativa, destinataria dell'investimento, nel territorio della provincia di Ravenna.
Nel caso in cui le imprese beneficiarie si configurassero come continuazione di ditte già esistenti per l'attività svolta, il subentro/acquisto/affitto azienda deve essere effettuato da un neo imprenditore o da una società caratterizzata da un nuovo assetto della compagine sociale rispetto a quello della vecchia impresa.

Spese ammissibili:
Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) le seguenti spese, sostenute nel periodo dall' 01/01/2016 alla data d'invio della domanda (farà fede la data del documento di spesa) riconducibili agli interventi realizzati nella sede/unità locale ubicata in provincia di Ravenna:
a. onorari notarili e costi relativi alla costituzione d'impresa al netto di tasse, imposte, diritti e bolli;
b. acquisto di beni strumentali/strutture non in muratura e rimovibili/macchinari/attrezzature/arredi nuovi incluse le spese per montaggio/trasporto e manodopera necessari all'attività; le spese relative ad attrezzature devono riguardare beni durevoli e chiaramente riconducibili all'attività svolta;
c. acquisto di automezzi nuovi e di unica immatricolazione, intestati all'impresa e chiaramente indispensabili allo svolgimento dell'attività;
d. impianti generali inclusa manodopera e montaggio per un importo massimo del 50% del totale dell'investimento complessivamente ammesso; sono escluse le realizzazioni "fai da te" documentate solo con acquisti di materiale;
e. quote iniziali del contratto di franchising, nel limite del 40% del totale dell'investimento complessivamente ammesso;
f. acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti all'attività dell'impresa;
g. acquisto di hardware (escluse spese per smartphone e cellulari);
h. registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze specialistiche;
i. spese di pubblicità limitatamente ai seguenti casi: messaggi pubblicitari su radio, TV, cartellonistica, social network, banner su siti di terzi, Google AdWords (costi di pubblicazione inclusi);
j. spese per la realizzazione di materiale promozionale limitatamente ai seguenti casi: brochure, depliants, cataloghi, gadget;
k. spese per la realizzazione del sito d'impresa, esclusi i costi dei successivi interventi di restyling;
l. ricerche di mercato relative all'analisi di settore e ai potenziali segmenti di mercato;
m. consulenza e servizi specialistici nelle seguenti aree: marketing, logistica, produzione, personale, organizzazione e sistemi informativi economico-finanziaria, contrattualistica
n. acquisizione di servizi di mentoring aventi lo scopo di supportare l'imprenditore nella gestione nei primi 3 anni di attività per una durata compresa tra un minimo di 20 ed un massimo di 35 ore per ogni impresa.

Entità del contributo:
Il contributo erogabile è pari al 50% dell'ammontare complessivo delle spese ammesse (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), sino ad un massimo di € 5.000. Potranno comunque beneficiare del contributo solo i progetti d'impresa il cui costo minimo (spese ammesse) sia pari o superiore a € 5.000.

Termine per la presentazione delle domande :
Le domande di contributo andranno inviate dalle ore 09.00 del 01/04/2016 alle ore 12.00 del 30/07/2016 per le imprese che si sono iscritte al registro delle imprese della CCIAA di Ravenna ed hanno iniziato l'attività nei primi sei mesi del 2016; dalle ore 9,00 del 1/08/2016 al 31/01/2017 alle ore 12 per le imprese che si sono iscritte al registro delle imprese della CCIAA di Ravenna ed hanno iniziato l'attività nel secondo semestre del 2016.

Contatti:
Area Faenza - MARETTI MASSIMO 0546/627832 mmaretti@ra.cna.it
Area Ravenna - CIMATTI VANIA 0544 0544298736 vcimatti@ra.cna.it
Area Lugo - DELLA MONICA NICOLA 0545/913243 ndellamonica@ra.cna.it


icon bandieuropeiLa Camera di Commercio di Ravenna, Nell’ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di commercio intende sostenere la domanda di tecnologia legata alla diffusione della banda ultra larga.

BENEFICIARI:
Pmi iscritte presso CCIAA di Ravenna.

TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI:
Interventi riconducibili ad investimenti destinati all'accesso della banda ultra larga e precisamente la creazione di nuove strutture comprese gli apparati di rete lato utente che garantiscono la trasmissione dati con una velocità pari ad almeno 30 Mbps in ricezione.

SPESE AMMISSIBILI:
Spese sostenute a partire dal 01/01/2016 per:
- costi di realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche (ad es. lavori di fornitura, posa, attestazione e collaudo cavi);
- costi di dotazione e installazione degli apparati di terminazione di rete lato utente necessari (ad es. apparato di accesso anche integrato con modem, antenna e parabola)

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO:
I contributi sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di euro 2.000 per ciascun beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:
Le domande di contributo possono essere presentate con decorrenza dalle ore 9 dello 01/04/2016 e fino
alle ore 12 del 31/12/2016.

Contatti:
MARETTI MASSIMO
Tel. 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropeiTipologia dell’intervento
Concessione di agevolazioni volte a sostenere la creazione ed il consolidamento delle startup Innovative in Emilia Romagna, tramite un contributo a FONDO PERDUTO del 60% sulle SPESE RITENUTE AMMISSIBILI.

Beneficiari
Il bando, si rivolge alle piccole e micro imprese regolarmente costituite come società di capitali iscritte alla camera di commercio in qualità di STURTUP INNOVATIVE. Per i progetti di avvio di attività possono presentare domanda le imprese costituite dal 1° gennaio 2014. Per i progetti di espansione di start up già avviate possono presentare domanda le imprese costituite dopo il 1 aprile 2012.

Iniziative ammissibili
I progetti imprenditoriali dovranno pertanto dimostrare di avere ricaduta innovativa e di diversificazione su almeno uno degli ambiti produttivi:

  • Sistema agroalimentare;
  • Sistema dell’edilizia e delle costruzioni;
  • Meccatronica e motoristica;
  • Industrie della salute e del benessere;
  • Industrie culturali e creative;
  • Innovazione nei servizi.

Spese ammissibili
Per i progetti di avvio di attività sono ammessi costi riguardanti:

  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamenti funzionali;
  • affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto);
  • acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese di costituzione (max 2.000 euro);
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25.000,00 €);
  • consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Per i progetti di espansione di startup sono ammessi costi riguardanti:

  • acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. (max 50% costo);
  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale);
  • acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% del costo totale);
  • consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Presentazione delle domande di agevolazione
Le domande vanno presentate nei seguenti periodi:

PRIMA CALL: domande presentate dal 10 maggio 2017 al 30 giugno 2017

SECONDA CALL: domande presentate dal 01 luglio 2017 al 30 settembre 2017

TERZA CALL: domande presentate dal 01 ottobre 2017 al 30 novembre 2017

Contatti
Maretti Massimo
Tel. 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropeiTipologia dell’intervento
Concessione di agevolazioni volte a sostenere la nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la concessione di un mutuo da 5.000 a 50.000 euro, a 7 anni, a tasso zero, che coprono il 100% delle spese sostenute, senza garanzie reali.

Beneficiari
E’ rivolto ai giovani tra 18 e 29 anni, iscritti al programma Garanzia Giovani e hanno concluso l’accompagnamento allo startup di impresa.
Possono essere imprese individuali, società di persone o società cooperative, costituite al massimo da 12 mesi o ancora da costituire. Oppure associazioni tra professionisti e società tra professionisti.

Iniziative ammissibili
Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, come ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi
  • servizi alla persona
  • servizi per l’ambiente
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione)
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili
  • servizi alle imprese
  • manifatturiere e artigiane
  • commercio al dettaglio e all'ingrosso
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali, immateriali e capitale circolante rientranti nelle seguenti categorie:
a) Attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti
b) Beni immateriali ad utilità pluriennale esclusi i brevetti, licenze, marchi e fee di ingresso per franchising.
c) Ristrutturazione di immobili (max 10% spese ammesse)
d) Materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti
e) Utenze e canoni di locazione immobili
f) Prestazioni di garanzia assicurative funzionali all’attività
g) Salari e stipendi

Presentazione delle domande di agevolazione
Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello a partire dal giorno 01 marzo 2016 fino ad esaurimento fondi.

Contatti
Maretti Massimo
Tel. 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it

 


icon bandieuropeiConcessione di agevolazioni volte a sostenere la nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di micro e piccole imprese competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile e a sostenerne lo sviluppo attraverso migliori condizioni di accesso al credito.

Beneficiari
Possono beneficiare dell’agevolazione le imprese:
• costituite in forma societaria, incluse le società cooperative;
• la cui compagine societaria sia composta per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, ovvero da donne;
• costituite da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
• di micro e piccola dimensione.
Possono beneficiare dell’agevolazione anche le persone fisiche che intendano costituire una nuova società, le quali, entro 45 giorni dalla ricezione della comunicazione di ammissione alle agevolazioni facciano pervenire al soggetto gestore la documentazione che attesta l’avvenuta costituzione dell’impresa.

Iniziative ammissibili
Sono agevolabili le iniziative che prevedono programmi di investimento non superiori a 1.500.000,00 euro nei seguenti ambiti:
i. produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;
ii. fornitura di servizi alle imprese e alle persone
iii. commercio di beni e servizi
iv. turismo
v. settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti:
o le attività turistico – culturali, intese come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;
o l’innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.
I programmi di investimento devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione e ultimati entro 24 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento agevolato

Presentazione delle domande di agevolazione
Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello a partire dal giorno 13 gennaio 2016 fino ad esaurimento fondi.

Per saperne di più

Maretti Massimo
Tel. 0546/627832
eMail: mmaretti@ra.cna.it


icon bandieuropeiArt. 3 del decreto legge 23 dicembre 2013 n. 145 ( Credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo )- 1

Beneficiari: tutte le imprese indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano nonché dal regime contabile adottato, che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo per gli anni dal 2015 al 2019.


icon bandieuropeiIl Crowdfunding è una tipologia di finanziamento innovativa destinata a singoli creativi o aziende che desiderano finanziare un proprio progetto attraverso il supporto diretto di un pubblico. In sostanza si tratta di una forma "sociale" di finanziamento, che mette in contatto il Creatore di un idea con i potenziali acquirenti, facendosi supportare dagli acquirenti stessi. Vengono utilizzate specifiche piattaforme dov'è possibile presentare la propria idea (non importa se di servizio o di prodotto) a una gigantesca community online, di livello internazionale, ben disposta verso nuove idee e incline ad acquistare / finanziare progetti prima ancora che siano del tutto conclusi.
La più famosa piattaforma al mondo, KICKSTARTER, muove ogni anno centinaia di milioni di dollari, e permette a migliaia di progetti di finanziarsi e raggiungere il mercato con già una solida base di backers / acquirenti.
Da pochi giorni, KICKSTARTER ha aperto la possibilità ai creativi italiani di presentare le proprie idee.
Ecipar di Ravenna ha studiato i casi più vincenti e ha formalizzato una serie di best practices che ogni creativo dovrebbe applicare per aumentare le proprie possibilità di successo.

PREPARARSI
• Check di fattibilità: se il progetto è adeguato a livello tecnico per essere proposto
• Check di finanziabilità: se la cifra richiesta al pubblico potenziale è sufficiente o no per fondare il progetto
• Check di appeal: se il progetto ha le potenzialità creative sufficienti per essere fondato
PRESENTARSI
• Individuazione degli elementi chiave su cui puntare durante la campagna
• come attrarre pubblico verso la propria campagna
• Composizione della pagina di progetto
• Ricerca di collaborazioni per la creazione dei contenuti: Video pubblicitario, grafiche pubblicitarie, prototipi e premi per i backers
MANTENERSI
• Come comunicare il mio successo?
• Come coinvolgere potenziali aziende interessate a collaborare per sviluppare il progetto a livello industriale?
• Come gestire il guadagno maturato attreverso Kickstarter?
• Come amministrare le ricompense destinate ai backers?


icon bandieuropeiL'Unione Europea ha approvato i nuovi programmi di supporto allo sviluppo economico dell'Area, allo sviluppo della coesione ed inclusione sociale, al contrasto alla povertà ed alla disoccupazione, in particolare giovanile.

Vi sono programmi specifici che costituiscono un'interessante opportunità per imprese e reti di imprese che intendano investire in ricerca e sviluppo di prodotto, processo in un'ottica di internazionalizzazione e potenziamento dell'export e/o che intendano comunque attivare sinergie produttive e commerciali con realtà di altri pesi dell'unione.

Alcuni di questi programmi sono:
programma COSME per lo sviluppo e la competitività delle piccole e media imprese (PMI)
HORIZON 2020, il programma quadro della Ricerca e dell'innovazione;
FAST TRACK TO INNOVATION PILOT, un programma che consente lo sviluppo di progetti e prototipi in un'ottica di commercializzazione e penetrazione di nuovi mercati.

Per saperne di più:
Per avere maggiori informazioni sulle opportunità che periodicamente sono disponibili per le imprese, per valutare come poter partecipare alle iniziative promosse da Ecipar Ravenna e da CNA o per poter candidare progetti specifici, contattare Glenda Frignani – Responsabile Progettazione Ecipar di Ravenna S.r.l. gfrignani@ecipar.ra.it - Tel. 0544.298780


icon bandieuropeiIl contratto di apprendistato di Alta formazione e Ricerca è una delle tipologie di apprendistato regolata dall'art. 5 del D.L.G.S. n. 167/11, noto come "Testo Unico per l'Apprendistato". I giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni di età possono essere assunti con questa tipologia contrattuale da imprese interessate ad inserire nuove risorse da destinare ad attività di ricerca&sviluppo, gestione di progetti complessi, attività di ricerca in genere.

BENEFICIARI:
Imprese di qualunque dimensione e settore produttivo di appartenenza e applicanti qualunque CCNL

Giovani che intendano acquisire un titolo di studio (laurea, master, dottorato di ricerca), lavorando e specializzandosi attraverso un percorso universitario, di età compresa tra i 18 e i 29 anni (Apprendistato di Alta Formazione o Alto Apprendistato);
Giovani della medesima fascia di età che, in possesso di titolo di studio possano essere assunti da imprese all'interno delle quali svolgere attività di ricerca (Apprendistato di Ricerca), sotto la responsabilità del tutor aziendale.

AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI DISPONIBILI:

Per le imprese che intendano assumere giovani con la tipologia contrattuale dell'Apprendistato di Alta Formazione e Ricerca, sono previsti incentivi all'assunzione pari a 6.000 euro, per un contratto di almeno 12 mesi per almeno 24 ore di lavoro settimanali. La domanda di incentivo può essere avanzata fino al 30 settembre 2015.

Per saperne di più:

Per informazioni di dettaglio sulla tipologia contrattuale, sulle pratiche di attivazione del contratto di apprendistato di Alta Formazione e Ricerca, per la verifica della sussistenza delle condizioni di attivazione del contratto e per la richiesta degli incentivi all'assunzione, rivolgersi a: Deborah Pelasgi – Responsabile Organizzazione ed Erogazione servizi formativi di Ecipar di Ravenna S.r.l. dpelasgi@ecipar.ra.it - Tel. 0544.298761


icon bandieuropeiÈ previsto entro la fine di giugno 2015 l'uscita dei primi bandi che segneranno l'inizio della programmazione 2014–2020, con la quale si finanzieranno imprese, enti di ricerca e startup della Regione Emilia-Romagna.
La nuova programmazione 2014-2020 si concentra su sei priorità di intervento.
Gli assi riprendono gli obiettivi tematici per l'attuazione della Strategia Europa 2020 e le priorità della politica di sviluppo regionale.
1. Ricerca e innovazione
2. Sviluppo dell'ICT e attuazione dell'Agenda Digitale
3. Competitività ed attrattività del sistema produttivo
4. Promozione della low carbon economy nei territori e nel sistema produttivo
5. Valorizzazione delle risorse artistiche, culturali ed ambientali
6. Città attrattive e partecipate

Per informazioni: Glenda Frignani – Responsabile Progettazione Ecipar di Ravenna S.r.l. gfrignani@ecipar.ra.it - Tel. 0544.298780


CHI PUO ' PRESENTARE IL CREDITO D'IMPOSTA

I LEGALI RAPPRESENTANTI
• degli esercizi ricettivi che svolgono in via non occasionale le attività di:
• 1) esercizi ricettivi singoli: struttura alberghiera aperta al pubblico, composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti, a gestione unitaria e con servizi, che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici: alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, condhotel, marina resort
• 2) struttura extra-alberghiera: affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti per vacanze, residence, case per fiere, bed and breakfast
b) esercizi ricettivi aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari, aggregazione, nella forma di consorzio, delle reti d'impresa, delle A.T.I. e organismi o enti similari, di esercizio ricettivo singolo,
c) delle agenzie di viaggio e dei tour operator, tali imprese possono chiedere il riconoscimento del credito d'imposta solo qualora, applicando lo studio di settore al cluster 10 Agenzie intermediarie specializzate in turismo incoming, o al cluster 11 Agenzie specializzate in turismo incoming.

LE SPESE ELEGGIBILI
• acquisto e installazione di modem/router e/o dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile
• acquisto di software e applicazione per siti web ottimizzati per il sisma mobile
• acquisto software e/o hardware per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, per favorire l'integrazione tra servizi ricettivi ed extra ricettivi
• contratto di fornitura spazi web e pubblicità on line per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche
• contratto di fornitura di prestazioni e di servizi per spese relative a servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale
• contratto di fornitura di prestazioni e servizi acquisto di software per strumenti per la promozione digitale
• contratto di fornitura di prestazioni e servizi (docenze e tutoraggio) per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente

MASSIMO DELLE SPESE ELEGGIBILI
L'importo totale delle spese eleggibili è limitato alla somma di euro 41.666 per ciascun soggetto ammesso al beneficio

CREDITO D'IMPOSTA
Il 30% del totale delle spese eleggibili sostenute nel triennio 2014, 2015, 2015, fino a un massimo di euro 12.500.

MODALITA' DI UTILIZZAZIONE DEL CREDITO D'IMPOSTA
Il credito d'imposta è ripartito in tre quote annuali di pari importo

RISORSE ERARIALI PER L' AGEVOLAZIONE FISCALE
Lo Stato mette a disposizione 15 milioni di euro per ciascun dei periodi di imposta 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019.

COME UTILIZZARE IL CREDITO D'IMPOSTA
Esclusivamente in compensazione tramite presentazione del modello F24 da inoltrare tramite i servizi telematici all'Agenzia delle entrate con le modalità stabilite dalla medesima, pena il rifiuto dell'operazione di versamento.

L'ISTANZA
Deve essere presentata in forma telematica, insieme all'attestazione di effettività delle spese sostenute, tramite il Portale dei Procedimenti.

TEMPI E SCADENZE
DALLE ORE 10.00 DEL 22 GIUGNO 2015 ALLE ORE 12.00 DEL 24 LUGLIO 2015
Per informazione potete contattare Stefania Bartolini

Per informazioni: Stefania Bartolini – Referente Incentivi Cna sbartolini@ra.cna.it - Tel. 0544.460662


icon bandieuropeiSono ammissibili alla garanzia del Fondo i finanziamenti finalizzati all'acquisto di beni e servizi direttamente connessi all'attività svolta (compreso il pagamento dei canoni del leasing, il microleasing finanziario e il pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative), al pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e al sostenimento dei costi per corsi di formazione.

Chi sono i soggetti beneficiari
I soggetti beneficiari che possono ottenere la garanzia sono esclusivamente le imprese già costituite o i professionisti già titolari di partita IVA, in entrambi i casi da non più di 5 anni. Professionisti e imprese non possono avere più di 5 dipendenti, ovvero 10 nel caso di Società di persone, SRL semplificate, cooperative. Ulteriori limitazioni riguardano l'attivo patrimoniale (massimo 300.000 euro), i ricavi lordi (fino a 200.000 euro) e livello di indebitamento (non superiore a 100.000 euro).
Per essere ammissibili al Fondo i professionisti, inoltre, devono essere iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 4/2013. Professionisti e imprese devono operare nei settori ammissibili in base alle Disposizioni operative del Fondo.

Cosa sono i servizi ausiliari
I soggetti che erogano un'operazione di microcredito sono tenuti a prestare, in fase di istruttoria e durante il periodo di rimborso, almeno due dei servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati previsti dalla normativa. Tali servizi possono riguardare:

• il supporto alla definizione della strategia di sviluppo,
• la formazione sulle tecniche di amministrazione o sull'uso di tecnologie avanzate,
• la definizione di strategie di marketing,
• il supporto per la soluzione di problemi legali, fiscali e amministrativi o per l'individuazione di criticità del progetto finanziato.

Ammontare massimo, caratteristiche dei finanziamenti
I finanziamenti possono avere una durata massima di 7 anni, non possono essere assistiti da garanzie reali e non possono eccedere il limite di euro 25.000 per ciascun beneficiario. Tale limite può essere aumentato di euro 10.000 qualora il finanziamento preveda l'erogazione frazionata, subordinando i versamenti al pagamento puntuale di almeno le ultime sei rate pregresse e al raggiungimento di risultati intermedi stabiliti dal contratto. E' possibile concedere allo stesso soggetto un nuovo finanziamento per un ammontare, che sommato al debito residuo di altre operazioni di microcredito, non superi il limite di 25.000 euro o, nei casi previsti, di 35.000 euro.

Garanzia concessa senza valutazione economico-finanziaria
Le modalità di accesso per le operazioni di microcredito alla garanzia pubblica sono particolarmente vantaggiose: il Fondo interviene senza la valutazione economico-finanziaria del soggetto beneficiario finale. Ciò significa che, ai fine dell'accesso alla garanzia, non occorre presentare al Fondo alcun documento contabile né un business plan: il merito di credito dell'impresa o del professionista viene valutato dal soggetto finanziatore.

Copertura massima della garanzia senza commissioni
La copertura della garanzia per tutte le operazioni di microcredito è quella massima prevista in base alla normativa in vigore: il Fondo interviene infatti fino all'80% dell'ammontare del finanziamento concesso (Garanzia Diretta) o all'80% dell'importo garantito da Confidi o da Altro Fondo di garanzia, a condizione che le garanzie da questi rilasciate non superino l'80% del finanziamento (Controgaranzia).
La concessione della garanzia è completamente gratuita, non comportando il pagamento di alcuna commissione al Fondo

Per assistenza alle domande di Microcredito potete contattare i Consulenti credito del territorio della Cna di Ravenna.


icon bandieuropeiSmart&Start Italia finanzia le start-up innovative, iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese, che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o  finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.


garanzia-giovani-logoNUOVI ORIZZONTI PER LA TUA IMPRESA

Dal 1°maggio in Emilia Romagna è attivo il programma dell'Unione Europea "Garanzia Giovani" che intende promuovere tirocini formativi per i giovani con età compresa tra i 18 e i 29 anni.
"Garanzia Giovani" è un'occasione per formare professionisti ed incrementare così la competitività delle imprese italiane, per questo motivo CNA Emilia Romagna ha deciso di aderire all'iniziativa promuovendo presso le proprie imprese questa opportunità.
Se aderirai al programma ospitando presso la tua impresa un ragazzo o una ragazza per un tirocinio formativo, la "Garanzia Giovani" contribuirà con € 300 all'indennità mensile dovuta al tirocinante pari a un minimo di € 450,00. Rimane a carico dell'azienda un contributo pari a € 150,00.

Che cos’è Garanzia Giovani
Garanzia Giovani è il programma dell’Unione europea che intende assicurare ai ragazzi e alle ragazze tra i 15 e i 29 anni, che non studiano e non lavorano e non sono inseriti in percorsi di tirocinio e/o di formazione, opportunità per acquisire nuove competenze e per entrare nel mercato del lavoro.

Le opportunità in Emilia-Romagna
Colloqui di orientamento (15 -29 anni) - Reinserimento in un percorso formativo (15-18 anni) - Tirocini (18-29 anni) - Mobilità professionale in Italia e in Europa (18-24 anni) -  Sostegno all’inserimento lavorativo in particolare attraverso un contratto di apprendistato (15-29 anni) - Accompagnamento all’avvio di un attività autonoma e imprenditoriale (18-29 anni) - Servizio civile (18-29 anni) - Bonus occupazionali.

Come i giovani possono iscriversi
Per accedere alle opportunità i giovani devono iscriversi attraverso il sito della Regione Emilia-Romagna Lavoro per Te (http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/lavoro-per-te)  o il portale nazionale (http://www.garanziagiovani.gov.it.)

Effettuata l’adesione, entro 60 giorni devono prendere un appuntamento con il Centro per l’impiego del proprio Comune di domicilio per sostenere un colloquio, costruire un percorso personalizzato e firmare un patto di servizio. Entro 4 mesi dalla firma del patto il percorso scelto sarà attivato.

ER Garanzia Giovani Header istituzionale-2 

PER INFORMAZIONI

Deborah Pelasgi
Email:dpelasgi@ecipar.ra.it
Tel. 0544 298761

ALLEGA IL TUO CV per il TUO TIROCINIO

Sarà inviato alle aziende della provincia di Ravenna interessate ad un profilo come il tuo; le aziende potranno chiamarti direttamente.

captcha

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

 


icon LIPromosso da ECIPAR RAVENNA, CNA Industria Ravenna e Centro di Ricerca sull'Imprenditorialità, l'Innovazione e l'Integrazione dell'Università degli Studi di Firenze.

Il laboratorio ha preso il via dall'incontro avvenuto nel 2010 fra Cna Ecipar di Ravenna e il professor Carlo Odoardi (Direttore del Centro ricerca sull'imprenditorialità, innovazione e integrazione - UNIFI) . Insieme è stata definita una possibile strategia per rendere più competitive le imprese attraverso metodiche e strumenti di gestione e valorizzazione delle risorse umane per l'attivazione di processi permanenti di innovazione.

Vuoi fare una ricerca per valutare il livello di innovazione della tua azienda?

PARTECIPA AL LABORATORIO PER L'INNOVAZIONE E L'IMPRENDITORIALITÀ

Compila il questionario ed invialo a dolei@ecipar.ra.it o al fax 0544 239952 all'attenzione di Debora Olei
Riceverai un feedback sullo "stato dell'innovazione aziendale".
Se verrai selezionato potrai partecipare alle fasi successive del progetto, fino alla definizione del tuo "project work innovation"

questionario


OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il progetto si fonda sulla convinzione che solo attraverso una convergenza e integrazione delle conoscenze scientifiche con le prassi organizzative, si possa realizzare un'innovazione efficace. Attualmente sono in corso le selezioni per individuare le aziende che parteciperanno alla seconda edizione del laboratorio per l'innovazione e l'imprenditorialità.


COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Il comitato tecnico scientifico si compone di ricercatori ed esperti appartenenti a prestigiose Università e strutture di ricerca e sviluppo nazionali e internazionali: Haute Ecolè commerce-Hec (Monreal –Canada), Université Libre de Bruxelles (Belgio), Università di Valencia (Spagna), Université de Montpellier (Francia), European Research group on Innovation Inechoes (Italia), Universitàdi Firenze, Ecipar di Ravenna.

Direzioni scientifica del "Laboratorio di ricerca"Intervento per l'Innovazione e l'mprenditorialità": prof. Carlo Odoardi

Gruppo di ricerca: Adalgisa Battistelli (Université de Montpellier, Francia), Flavio Bergonzoni (Ecipar di Ravenna) Francesco Montani (Università di Firenze), Monia Morandi (CNA Industria/Ecipar di Ravenna), Josè Peirò (Universidad de Valencia, Spagna), Sabine Pohl (Universitè Libre de Bruxelles, Belgio), Paola Ponti (Università di Firenze), Christian Vandenberghe (Haut Ecole Commerce, Montreal, Canada).


 OUTPUT DELLE VARIE EDIZIONI - BOOK, FOTOGALLERY e VIDEO

 

SFOGLIA IL BOOK 2016 SFOGLIA IL BOOK 2015  SFOGLIA IL BOOK 2014  SFOGLIA IL BOOK 2013 SFOGLIA IL BOOK 2012  
Copert-BOOK-LI Copert-BOOK-LI Copert-BOOK-LI Copert-BOOK-LI-1 Copert-BOOK-LI
  Gallery dell'evento 2015 Gallery dell'evento 2014  Gallery dell'evento 2013 Gallery dell'evento 2012  
  Guarda il Video Guarda il video      

 

 

LE AZIENDE CHE HANNO PARTECIPATO AL PROGETTO

aziende partecipanti 1

aziende partecipanti 2


CONTATTI

Monia Morandi | mmorandi@ecipar.ra.it | Tel. 0544 298781
Debora Olei
| dolei@ecipar.ra.it | Tel. 0544 298789


icon bandieuropeiECIPAR DI RAVENNA offre servizi personalizzati per supportare tecnicamente imprese interessate ad accedere alle opportunità di finanziamento.
Il nostro obiettivo è accompagnare le imprese nelle strategie di sviluppo attraverso l'individuazione di contributi nazionali ed europei.

 

 

In primo piano

 

Avvio d'impresa

Fondo Starter

Fondo Starter

Per sostenere le micro e piccole imprese in questa fase economica ancora complessa e per promuovere sviluppo ed investimenti, saranno operativi luglio 2017 due nuovi Fondi di finanza agevolata in...

Fondo sulle operazioni di Microcredito

Fondo sulle operazioni di Microcredito

Sono ammissibili alla garanzia del Fondo i finanziamenti finalizzati all'acquisto di beni e servizi direttamente connessi all'attività svolta (compreso il pagamento dei canoni del leasing, il microleasing finanziario e il...

Bando per il sostegno alle nuove imprese anno 2016

Bando per il sostegno alle nuove imprese anno 2016

Nell'ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Ravenna intende favorire la creazione ed il sostegno alle nuove imprese. Beneficiari:Possono...

Selfiemployment - invitalia

Selfiemployment - invitalia

Tipologia dell’interventoConcessione di agevolazioni volte a sostenere la nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la concessione di un mutuo da 5.000 a 50.000 euro, a 7 anni, a...

Bando nuove imprese giovanili e femminili - Invitalia

Bando nuove imprese giovanili e femminili - Invitalia

Concessione di agevolazioni volte a sostenere la nuova imprenditorialità, in tutto il territorio nazionale, attraverso la creazione di micro e piccole imprese competitive, a prevalente o totale partecipazione giovanile o...


Start up innovative

Smart&Start Italia

Smart&Start Italia

Smart&Start Italia finanzia le start-up innovative, iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese, che presentano un progetto imprenditoriale caratterizzato da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o  mirato allo sviluppo...

Bando per Sostegno alla creazione e al consolidamento di start up innovative

Bando per Sostegno alla creazione e al consolidamento di start up innovative

Tipologia dell’interventoConcessione di agevolazioni volte a sostenere la creazione ed il consolidamento delle startup Innovative in Emilia Romagna, tramite un contributo a FONDO PERDUTO del 60% sulle SPESE RITENUTE AMMISSIBILI. BeneficiariIl...


Marchi e Brevetti


Attrezzature e Macchinari

Autotrasporto - Incentivi agli investimenti anno 2016

Autotrasporto - Incentivi agli investimenti anno 2016

Il contributo è rivolto alle imprese di autotrasporto in conto terzi attive in Italia che sono in regola con l'iscrizione all'Albo e al Registro Elettronico Nazionale. Il finanziamento vale per...

Nuova Sabatini

Nuova Sabatini

Finanziamenti alle PMI per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature BeneficiariPiccole e medie imprese con sede operativa in Italia Caratteristiche del finanziamentoLa concessione del contributo da parte del MISE...

INAIL ISI 2016, Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

INAIL ISI 2016, Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Avviso pubblico ISI 2016, Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in attuazione dell’articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile...

Eco bonus per la sostituzione di veicoli commerciali inquinanti di categoria n1 con veicoli a minor impatto ambientale

Eco bonus per la sostituzione di veicoli commerciali inquinanti di categoria n1 con veicoli a minor impatto ambientale

Eco bonus per la sostituzione di veicoli commerciali inquinanti di categoria n1 con veicoli a minor impatto ambientale    Tipologia dell’intervento Concessione di un contributo pari a Euro 2.500,00 per...


Innovazione e Ricerca

Credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo

Credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo

Beneficiari Tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa (imprese, enti non commerciali, consorzi e reti d’impresa), indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano....

Reti di impresa per l’artigianato digitale - Bando 2016

Reti di impresa per l’artigianato digitale - Bando 2016

CHI PUO’ FARE DOMANDA: Reti di imprese (Associazioni temporanee di imprese, Raggruppamenti temporanei di imprese, Contratti di rete) ovvero Consorzi che abbiano soggettività giuridica: siano costituiti da almeno 5 imprese...

POR FESR Emilia Romagna 2014- 2020

POR FESR Emilia Romagna 2014- 2020

È previsto entro la fine di giugno 2015 l'uscita dei primi bandi che segneranno l'inizio della programmazione 2014–2020, con la quale si finanzieranno imprese, enti di ricerca e startup della...

Fondo di microcredito con erogazione diretta di unifidi e.r. su risorse della regione emilia romagna

Fondo di microcredito con erogazione diretta di unifidi e.r. su risorse della regione emilia romagna

La Regione Emilia Romagna ha assegnato in gestione ad Unifidi E.R. il Fondo per il Microcredito con risorse pari a 2 milioni di euro per il finanziamento di piccole imprese,...

Premio “Innovatori responsabili”

Premio “Innovatori responsabili”

La Regione Emilia-Romagna è attenta alla cultura della responsabilità sociale di impresa e per questo promuove l'innovazione responsabile. Ogni anno, la regione sostiene progetti che coinvolgono imprese di qualunque settore...

FONDARTIGIANATO - INVITO 2°-2016 – LINEA 6 – SOSTEGNO A PIANI AZIENDALI DI SVILUPPO (P.A.S.)

FONDARTIGIANATO - INVITO 2°-2016 – LINEA 6 – SOSTEGNO A PIANI AZIENDALI DI SVILUPPO (P.A.S.)

Finanziamenti fino al 100% per la formazione sull’innovazione tecnologica per accompagnare le aziende che promuovano e realizzino investimenti economici riguardanti diverse tipologie di INNOVAZIONE, da attuare in fasi progressive ma...

Regolamento concessione contributi alle PMI per l'adozione di sistemi di gestione aziendale conformi alle norme ISO 14001 al Regolamento EMAS, ad SA8000, per l'effettuazione di studi LCA e di marchi ambientali (Ecolabel, EPD e Remade in Italy) - anno 2016

Regolamento concessione contributi alle PMI per l'adozione di sistemi di gestione aziendale conformi alle norme ISO 14001 al Regolamento EMAS, ad SA8000, per l'effettuazione di studi LCA e di marchi ambientali (Ecolabel, EPD e Remade in Italy) - anno 2016

La Camera di Commercio di Ravenna, nell'ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, intende proseguire nell'impegno di sostenere ed incentivare attraverso l'erogazione di contributi,...

Credito per la ricerca e sviluppo: nuove regole nella Stabilità 2015

Credito per la ricerca e sviluppo: nuove regole nella Stabilità 2015

Art. 3 del decreto legge 23 dicembre 2013 n. 145 ( Credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo )- 1 Beneficiari: tutte le imprese indipendentemente dalla forma giuridica, dal...


Internazionalizzazione

Per tutte le novità in tema di internazionalizzazione www.cnaromagnaestero.it


Sicurezza nei luoghi di lavoro

Avviso pubblico ISI 2016, Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in attuazione dell’articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81

Avviso pubblico ISI 2016, Incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in attuazione dell’articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DAL 19 APRILE 2017 al 05 GIUGNO 2017  Lo stanziamento relativamente alla Regione Emilia Romagna è pari a complessivi euro 19.170.498,00.  Progetti ammessi a contributo ricadenti in...


Commercio e turismo

Tax credit per la digitalizzazione delle strutture ricettive, agenzia di viaggio e tour operator

CHI PUO ' PRESENTARE IL CREDITO D'IMPOSTA I LEGALI RAPPRESENTANTI• degli esercizi ricettivi che svolgono in via non occasionale le attività di:• 1) esercizi ricettivi singoli: struttura alberghiera aperta al...


Energia

Contributi per la realizzazione di diagnosi energetiche o l’adozione di Sistemi di Gestione Energia conformi alle norme ISO 50001

Contributi per la realizzazione di diagnosi energetiche o l’adozione di Sistemi di Gestione Energia conformi alle norme ISO 50001

Contributi per la realizzazione di diagnosi energetiche o l’adozione di sistemi di gestione energia conformi alle norme iso 50001   Tipologia dell’intervento Concessione di un contributo pari al 50% delle...

Fondo Energia

Fondo Energia

FONDO ENERGIA, con una dotazione regionale di 36 milioni di euro consente finanziamenti agevolati con procedure simili a quelle del precedente Fondo Starter.Riguarda però investimenti in efficienza energetica o rivolti...


Digitalizzazione d'impresa

Bando incentivi per la banda ultra-larga e la connettività di rete - anno 2016

Bando incentivi per la banda ultra-larga e la connettività di rete - anno 2016

La Camera di Commercio di Ravenna, Nell’ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, la Camera di commercio intende sostenere la domanda di tecnologia legata...

Supporto a soluzioni ICT realizzate da liberi professionisti Azione 3.5.2 del POR FESR 2014-2020

Supporto a soluzioni ICT realizzate da liberi professionisti Azione 3.5.2 del POR FESR 2014-2020

Tipologia dell’intervento Concessione di agevolazioni a FONDO PERDUTO dal 40% al 45% sulle SPESE RITENUTE AMMISSIBILI (contributo massimo ricevibile € 25.000). Beneficiari Il bando, si rivolge ai Liberi Professionisti iscritti...

Voucher digitalizzazione PMI

Voucher digitalizzazione PMI

Voucher digitalizzazione PMI Fino a 10.000 Euro di contributo a fondo perduto per la digitalizzazione delle Piccole e Medie Imprese (Ministero sviluppo Economico - Decreto Direttoriale 24/10/2017) Finalità Sostenere l’acquisto...

Bando voucher digitali I4.0 - anno 2017 per la concessione di contributi camerali per spese di formazione e consulenza per l'introduzione di tecnologie di innovazione digitale

Bando voucher digitali I4.0 - anno 2017 per la concessione di contributi camerali per spese di formazione e consulenza per l'introduzione di tecnologie di innovazione digitale

OBIETTIVI:Il bando approvato con delibera di Giunta Camerale n. 129 del 12/12/2017 si rivolge alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) con l'obiettivo di promuovere l'utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati...


Finanziamenti per la formazione

Incentivi all’assunzione per giovani con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca

Incentivi all’assunzione per giovani con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca

Il contratto di apprendistato di Alta formazione e Ricerca è una delle tipologie di apprendistato regolata dall'art. 5 del D.L.G.S. n. 167/11, noto come "Testo Unico per l'Apprendistato". I giovani...

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE MICRO PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER L'ATTIVAZIONE DI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (ASL) Anno 2017-2018

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE MICRO PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER L'ATTIVAZIONE DI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO (ASL) Anno 2017-2018

OBIETTIVI:La Camera di commercio intende promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro di ASL e l’inserimento di giovani studenti in percorsi di ASL. CHI PUO’ FARE DOMANDA:Possono fare domanda le Micro, Piccole...


Finanziamenti innovativi

Crowdfunding

Crowdfunding

Il Crowdfunding è una tipologia di finanziamento innovativa destinata a singoli creativi o aziende che desiderano finanziare un proprio progetto attraverso il supporto diretto di un pubblico. In sostanza si...

Bando per contributi alle micro piccole e medie imprese per l'attivazione di percorsi di alternanza scuola lavoro (ASL)

Bando per contributi alle micro piccole e medie imprese per l'attivazione di percorsi di alternanza scuola lavoro (ASL)

OBIETTIVILa Camera di commercio intende promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro di ASL e l’inserimento di giovani studenti in percorsi di ASL. CHI PUO’ FARE DOMANDAPossono fare domanda le Micro,...


Bandi Europei

L'Unione europea, sia direttamente che tramite gli stati membri, offre numerose opportunità di finanziamento per le imprese che intendono innovare, crescere ed essere più competitive sul mercato internazionale.

Opportunità per le imprese dai nuovi programmi europei

Opportunità per le imprese dai nuovi programmi europei

L'Unione Europea ha approvato i nuovi programmi di supporto allo sviluppo economico dell'Area, allo sviluppo della coesione ed inclusione sociale, al contrasto alla povertà ed alla disoccupazione, in particolare giovanile....

Le imprese interessate a ricevere una consulenza gratuita sulle opportunità di accesso ai finanziamenti europei, possono compilare la scheda di rilevazione al seguente link


Modalità di accesso al servizio

ECIPAR DI RAVENNA s’impegna  a fornire alle imprese associate a CNA una consulenza professionale mirata attraverso:

Fase 1: primo incontro e  raccolta di fabbisogni  dell’impresa senza impegno e a titolo gratuito

Fase 2:  offerta per l’accompagnamento redatta sulla base delle specifiche esigenze aziendali e in relazione ai servizi richiesti.

Fase 3: Implementazione del servizio


Richiedi informazioni

captcha

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com


Scopri le posizioni aperte dalle aziende da noi selezionate


Offerta di lavoro per addetto buste paga

Offerta di lavoro per addetto buste paga

Riferimento codice: 032Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/201...

Offerta di Lavoro per Tirocinante Operatore Grafico di Stampa

Offerta di Lavoro per Tirocinante Operatore Grafico di Stampa

Codice annuncio: 030 Ecipar di Ravenna seleziona  Tirocinante Operatore Grafico di Stampa ...

Offerta di lavoro per Progettista ingegnere meccanico

Offerta di lavoro per Progettista ingegnere meccanico

Codice annuncio: 029 Ecipar di Ravenna seleziona  Progettista ingegnere meccanico per ass...

Offerta di lavoro - Programmatore informatico – tool chain di android

Offerta di lavoro - Programmatore informatico – tool chain di android

Codice annuncio: 025 Ecipar di Ravenna Seleziona PROGRAMMATORE INFORMATICO per assunzione...

Offerta di lavoro per Tirocinante area internazionalizzazione, amministrativa - commerciale

Offerta di lavoro per Tirocinante area internazionalizzazione, amministrativa - commerciale

Codice annuncio: 026 Ecipar di Ravenna Seleziona TIROCINANTE PER SETTORE INTERNAZIONALIZZ...

Offerta di lavoro per Perito Elettronico

Offerta di lavoro per Perito Elettronico

Codice annuncio: 023 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per addetto carico-scarico merci

Offerta di lavoro per addetto carico-scarico merci

Codice annuncio: 010 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro Addetto al magazzino settore elettrico-elettronico

Offerta di lavoro Addetto al magazzino settore elettrico-elettronico

Codice annuncio: 011 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per montatore trasfertista senior

Offerta di lavoro per montatore trasfertista senior

Codice annuncio: 012 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per montatore trasfertista junior

Offerta di lavoro per montatore trasfertista junior

Codice annuncio: 018 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per impiegata/o commerciale

Offerta di lavoro per impiegata/o commerciale

Codice annuncio: 013 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per perito informatico neodiplomato

Offerta di lavoro per perito informatico neodiplomato

Codice annuncio: 014 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per perito informatico neodiplomato (2)

Offerta di lavoro per perito informatico neodiplomato (2)

Codice annuncio: 015 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per sviluppatore software

Offerta di lavoro per sviluppatore software

Codice annuncio: 016 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per programmatore PLC

Offerta di lavoro per programmatore PLC

Codice annuncio: 017 Ecipar di Ravenna, Agenzia per il Lavoro (determinazione n° 140 del 05/12/2016...

Offerta di lavoro per programmatore PLC

Offerta di lavoro per programmatore PLC

Codice annuncio: 009Data pubblicazione: 05/10/17Figura professionale: programmatore PLCSettore: pro...

Operatore meccanico CNC

Operatore meccanico CNC

Codice annuncio: 003Data pubblicazione: 28/09/17Figura professionale: operatore meccanico CNC Setto...


I presenti annunci sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91, e a persone di tutte le età e tutte le nazionalità, ai sensi dei decreti legislativi 215/03 e 216/03.


Capitale sociale € 351.014,00 i.v
R.I Ravenna,
C.F e P.IVA 02138670399
R.E.A Ravenna N. 175021

RAVENNA
Viale Randi, 90
48121 Ravenna
Tel. 0544 298999

Fax 0544 239952

FAENZA
Via San Silvestro, 2/1
48018 Faenza
Tel. 0546 681033
Fax 0546 686257

LUGO
Via A. Acquacalda, 37
48022 Lugo -RA
Tel. 0545 913245-50
Fax 0545 25959

ISO 9001 COL

© 2018 Ecipar di Ravenna All Rights Reserved.

Search

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Cliccando il pulsante ACCETTO acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie usa il pulsante COOKIE POLICY